WWE e crisi da pandemia: sborsati diversi importanti bonus alle Survivor Series



by   |  LETTURE 1577

WWE e crisi da pandemia: sborsati diversi importanti bonus alle Survivor Series

Durante il corso di questo apparentemente infinito quanto unico anno solare, il mondo intero è andato incontro ad una pandemia globale che nessuno si sarebbe mai immaginato, visto che l'ultima influenza che aveva colpito così duramente l'intero globo era quella della "Spagnola" circa un secolo fa.

A fare i conti con il virus che ha letterlamente messo in ginocchio l'intero pianeta per diversi mesi, ci si è dovuta mettere seriamente anche la WWE, compagnia numero uno del mondo del pro-wrestlng, che ad inizio anno ha dovuto prendere misure anche molto serie per contrastare i gravi problemi arrivati insieme alla pandemia globale.
E' ormai risaputo, infatti, come nel mese di Aprile la WWE abbia messo mano al suo roster, andando ad effettuare diversi tagli tra i componenti dei suoi brand, tra atleti, arbitri, road agent, addetti ai lavori vari del backstage e addirittura nel personale degli impiegati di ufficio di Stamford.
La WWE ha così messo in atto più di un centinaio di licenziamenti in poco meno di due settimane, per contrastare i problemi finaziari ed economici che la pandemia stava portando anche alle casse dell'azienda numero uno nel mondo della disciplina del wrestling.

A Survivor Series la WWE paga un bel bonus alle sue Superstar

Nonostante siano passati solo alcuni mesi dallo scoppio definitivo della pandemia globale e quindi anche dai primi grandi problemi della WWE a livello economico, sembrerebbe che la federazione sia comunque ancora in una botte di ferro, visto che domenica scorsa diversi degli atleti dei McMahon avrebbero percepito un ottimo bonus monetario per prendere parte all'ultimo Big Four della compagnia di questo 2020: Survivor Series.

Se ad Aprile la situazione sembrava molto seria per la federazione, adesso le cose sembrerebbero essere invece decisamente migliorate, con la compagnia di Stamford che ha creato il suo ThunderDome ad Orlando, il quale verrà a breve spostato in un'altra arena e che costa già di suo parecchi milioni di euro ai McMahon.
Se tutto ciò non fosse ancora un chiaro sintomo della salute delle casse della federazione, a darci una mano a tirare le somme (economiche), ci ha pensato nelle ultime ore anche il noto sito d'oltreoceano Fightful, con un aggiornamento sul pagamento dei bonus per il ppv della WWE che riporta:

"Ci sono state diverse persone che ci hanno detto di aver percepito 15000 dollari di bonus per apparire alle Survivor Series, in un match importante.

Non siamo sicuri se questo facesse parte solo del personale dei diversi livelli più alti o no" . In pratica, diverse Superstar della WWE avrebbero percepito un bonus aggiuntivo oltre al normale stipendio pattuito con i McMahon per prendere parte al Big Four autunnale, ma non si sà se tutti i dipendenti della federazione o solo i più importanti, come i campioni, i main eventer e le grandi Superstar della compagnia.