Drew McIntyre: "Il ritiro di The Undertaker può aspettare, vi spiego perché"



by   |  LETTURE 3455

Drew McIntyre: "Il ritiro di The Undertaker può aspettare, vi spiego perché"

Il campione WWE Drew McIntyre è pronto per un match da brividi contro l’Universal Champion Roman Reigns domenica alle Survivor Series, uno degli ultimi grandi appuntamenti di questo travagliato 2020. In occasione del suddetto pay-per-view, la federazione di Stamford concederà anche un ultimo omaggio a The Undertaker per festeggiare i suoi 30 anni di carriera.

Stando alle parole del ‘Deadman’ negli ultimi mesi, il suo ultimo incontro dovrebbe restare il controverso ‘Boneyard Match’ contro AJ Styles andato in scena a WrestleMania 36. Durante una recente intervista a Sportskeeda, McIntyre ha rivelato di sognare un altro scontro con il Becchino in futuro.

McIntyre: "Spero che sia disposto a tornare sul ring"

“Durante il tag team match a Extreme Rules nel 2019, volevo mostrare a The Undertaker a che punto fossi arrivato. Ci siamo trovati faccia a faccia in quel primo incontro, mi sentivo come un bambino di fronte ad un uomo.

Ho provato a dimostrargli tutto quello che avevo imparato e il pubblico ha riconosciuto il mio impegno” – ha dichiarato lo scozzese. “Egoisticamente, per quanto Undertaker si meriti più di ogni altro questo addio, spero che abbia ancora la voglia di disputare un ultimo match.

Non importa se sia cinematografico o altro, basta che si senta fisicamente a posto e che mi chiami per organizzare un match. Come ha affermato nel documentario ‘The Last Ride’, se Vince McMahon dovesse chiamarlo, prenderebbe in considerazione l’idea di tornare sul ring.

Spero davvero che questo possa accadere un giorno. So di essere un pochino egoista, ma desidero quel match. In ogni caso, lui si merita di fare quello che vuole dopo essersi dedicato al wrestling per 30 anni” – ha aggiunto McIntyre.

Come riportato da svariate testate, numerose ex superstar della WWE parteciperanno al tributo per The Undertaker a Survivor Series. I nomi confermati – almeno per il momento – sono quelli di Kane (insieme al quale ha girato il documentario ‘Brothers of Destruction’), Kurt Angle, The Godfather e Savio Vega. La WWE ci ha abituato a straordinari colpi di scena negli ultimi anni, quindi non resta che godersi lo spettacolo.