WWE: evidente tributo ad Eddie Guerrero durante Raw



by   |  LETTURE 5717

WWE: evidente tributo ad Eddie Guerrero durante Raw

Durante l'ultimo episodio dello show rosso, andato in onda questa notte dall'Amway Center di Orlando, la WWE ha inserito un segmento evidentemente creato come tributo per l'indimenticabile ed indimenticato Eddie Guerrero.

Il tutto inolte è andato in onda non in una puntata qualsiasi, ma (probabilmente non per caso) proprio in quella subito successiva al giorno in cui il Latino Heat avrebbe compiuto 53 anni, ovvero il 9 ottobre.

Ricochet imita Eddie Guerrero

Durante l'episodio di Monday Night Raw Ricochet ha sfidato il suo ormai ex amico Cedric Alexander, promettendo che in caso di sconfitta si sarebbe unito all'Hurt Business e che, in caso contrario, i quattro atleti di colore avrebbero dovuto lasciarlo stare.

Alexander, anche sotto consiglio di MVP ed il resto della stable, ha accettato di buon grado la proposta. Il match è stato di un livello tecnicamente alto, ma l'inaspettato finale ha riportato alla mente un passato mai dimenticato dai veri amanti della disciplina.

L'arbitro infatti è stato involontariamente colpito ed MVP, veloce come non mai, è subito andato a prendere una sedia a bordo ring e l'ha passata ad Alexander. Il One And Only però l'ha intercettata e l'ha sollevata, ma ha subito notato come l'arbitro si stesse rialzando.

Ricochet ha dunque colpito il pavimento con la sedia, poi ha passato la sedia all'avversario ed ha finto di esser stato lui la vittima del colpo irregolare. L'arbitro non ha potuto far altro che chiamare la squalifica per il membro dell'Hurt Business, mentre anche i commentatori non hanno potuto far a meno di far notare che quell'episodio aveva un qualcosa di già visto.

Negli anni spesso atleti hanno ricordato Eddie omaggiandolo ed imitando le sue movenze o alcune sue mosse, ma forse mai omaggio fu più evidente ed imprevisto di quanto avvenuto nello show rosso questa notte. Ricordiamo inoltre che anche lo scorso anno un atleta di NXT fece un piccolo tributo ad Eddie proprio nel giorno del suo compleanno. Insomma, ogni occasione è buona e non posso che concludere questo articolo con tre parole: VIVA LA RAZA!