Clamoroso in WWE: l'intera Retribution messa in quarantena dalla compagnia



by   |  LETTURE 2607

Clamoroso in WWE: l'intera Retribution messa in quarantena dalla compagnia

Molti di voi non se ne saranno nemmeno accorti, ma durante Clash of Champions e soprattutto durante la puntata di Monday Night Raw andata in onda nella notte, tutti e cinque i membri della Retribution non sono apparsi sul ring del ThunderDome di Orlando, segno che qualcosa di strano sta accadendo all'interno del locker room della WWE.

Sebbene queste assenze potessero essere dovute tranquillamente ad una scelta di booking da parte della WWE, a quanto pare un motivo più che valido risiederebbe sotto queste mancate apparizioni, con tutti e cinque i membri della Retribution, che sarebbero stati messi invece in quarantena dalla stessa federazione, per via del possibile contagio da virus che gli atleti potrebbero aver incontrato nel loro cammino delle scorse settimane.

La Retribution rimarrà assente dai teleschermi almeno due settimane?

Secondo quanto rivelato dal noto giornalista Ryan Satin ai microfoni del programma Sunday Night's Main Event, tutti e cinque i membri principali della Retribution sarebbero venuti in contatto con qualche altro collega contagiato negli ultimi giorni, (probabilmente ad NXT), proprio come accaduto con Nikki Cross e Shayna Baszler o Nia Jax, con tutti i membri del team che sono così stati messi in quarantena preventiva per almeno due settimane.
Come riportato dal noto giornalista, infatti:

"Riguardo la RETRIBUTION che non è stata dichiarata abile a competere al momento, alcune fonti mi hanno confermato come tutti e cinque i membri del team siano risultati negativi ai test per il Covid.

Comunque sia, tutti i membri del gruppo si sono messi in quarantena da soli per due settimane perchè sono venuti in contatto con qualcuno che è risultato positivo" . A quanto pare, nonostante nessun atleta del main roster sia risultato per il momento positivo ai famosi tamponi per il virus (per lo meno ufficialmente), la WWE ha comunque preferito tenere lontani i wrestler della famosa stable del caos, continuando però a mandare in onda alcuni angle che portassero i fan del WWE Universe a non sentire la mancanza dei cinque atleti.

Se i conti tornano, la stable dovrebbe mancare dai ring della WWE anche la settimana prossima, per poi tornare a calcare i ring dei McMahon solo tra un'altra settimana ancora, sempre che nessuno dei cinque atleti riscontri qualche sintomo di contagio nel mentre.