The Undertaker: "Nemmeno mia moglie crede davvero alla storia del mio ritiro"



by   |  LETTURE 5189

The Undertaker: "Nemmeno mia moglie crede davvero alla storia del mio ritiro"

Il controverso ‘Boneyard match’ contro AJ Styles andato in scena a WrestleMania potrebbe aver chiuso la carriera di The Undertaker. Nell’ultimo episodio della docuserie ‘The Last Ride’, il Becchino ha annunciato il suo ritiro definitivo dalle scene, anche se in molti ritengono che ancora non sia stata scritta l’ultima parola.

In una recente intervista nel podcast ‘My Mom’s Basement’, il Deadman ha ripercorso gli ultimi momenti vissuti in WWE, rivelando anche il motivo che lo ha spinto a mutare il suo personaggio dopo tantissimi anni.

Undertaker: "Non prevedo di tornare"

“Una volta lasciato American Badass, penso che tutti fossero contenti della versione ibrida di The Undertaker. Il mio stile era cambiato, ma volevo mantenere alcuni degli elementi che mi avevano reso celebre sul ring.

È soprattutto nell’aspetto esteriore che ho portato la mistica e le origini di The Undertaker. Quando ho visto il tipo di promo che AJ stava registrando, mi sono reso che il solito Undertaker non sarebbe stato adatto.

Ecco perché ho deciso di adottare una versione 2.0 di American Badass” – ha raccontato Taker. Non poteva mancare una domanda sul suo presunto ritiro: “Penso che sia stato tutto più o meno detto e fatto.

Nessuno mi crede, nemmeno mia moglie. Stavo giocando a golf con un mio amico la settimana scorsa e mi ha fatto presente che aprile si sta avvicinando. Ho cercato di essere il più definitivo possibile in quell’ultimo episodio.

Non prevedo di tornare, ma mai dire mai. Ho amato davvero esibirmi per 30 anni, era quasi come se avessi bisogno di qualcuno che mettesse il proiettile lì dentro e lo fermasse. Quando ho inviato gli ultimi 15 minuti dell’episodio finale a Vince McMahon, sapevo benissimo che non gli sarebbe piaciuta affatto la conclusione.

Per questo abbiamo inserito la frase ‘mai dire mai’. Ci sto facendo i conti e ovviamente – avvicinandoci sempre di più a marzo e aprile del 2021 – proverò quella sensazione interiore come se dovessi prepararmi per qualcosa”.