Non cessa la guerra tra la WWE e Cody Rhodes: nuovi blocchi sui trademarks



by   |  LETTURE 1719

Non cessa la guerra tra la WWE e Cody Rhodes: nuovi blocchi sui trademarks

Negli ultimi mesi si è molto parlato delle iniziative promosse dalla AEW e soprattutto da uno dei suoi vice-presidenti, Cody, conosciuto sui ring della WWE come Cody Rhodes, il quale ha dovuto abbandonare il cognome d'arte per colpa della WWE e dei suoi diritti sui nomi dei suoi atleti, con l'ex TNT Champion che ha provato in tutti i modi a registrare alcuni marchi ormai definiti "di famiglia", che grazie al padre Dusty, leggenda della WCW, la compagnia dei Carter e poi la WWE hanno reso famosissimi in tutto il mondo.

Solo pochi mesi fa, infatti, Cody aveva tentato di riportare in vita alcuni grandi marchi e loghi del passato del padre, con la WWE che ha però bloccato tutto mettendoci in mezzo avvocati e giudici e fermando con dei blocchi legali ogni tipo di trademark che Cody voleva portare sui teleschermi della All Elite Wrestling.

Continua la guerra tra Cody e la WWE dei McMahon

A quanto pare, secondo quanto rivelato dal noto sito PW Insider, Cody ha dovuto nel corso delle settimane appena passate, cedere anche altri due nomi della vecchia WCW, con la WWE che ha negato al più piccolo dei figli dell'Hall of Famer della compagnia dei McMahon, anche l'utilizzo dei marchi "Slamboree" e "The Match Beyond", entrambi utilizzati ad inizio anni 2000 dalla compagnia dei Turner.

Come riportato in uno stralcio del comunicato emerso online:

"Come risultato del largo utilizzo del marchio WWE SLAMBOREE della WCW e della WWE, WWE SLAMBOREE rimarrà un marchio esclusivo associato alla WWE ed il marchio WWE SLAMBOREE diventerà indelebilmente un marchio associato alla compagnia anche nelle menti del pubblico, i quali assoceranno lo sponsor alla sola WWE, come esclusiva.
Come risultato dell'utilizzo del marchio di WWE's The Match Beyond, anche in questo caso l'utilizzo esclusivo ed unico associato alla WWE e al marchio della WWE The Match Beyond diventerà un marchio indelebile nella mente del pubblico, che andrà ad associare esclusivamente lo sponsor alla WWE
" .

Nonostante Cody abbia registrato i marchi nel Novembre del 2019, la WWE è così riuscita a tornare in possesso dei propri nomi, così da impedire al più piccolo dei figli dell'American Dream, un utilizzo futuro dei marchi in possesso dei McMahon.