Kevin Owens sarebbe frustrato per le direzioni creative prese dalla WWE?



by   |  LETTURE 820

Kevin Owens sarebbe frustrato per le direzioni creative prese dalla WWE?

Uno dei personaggi che a tratti è stato molto esilarante quanto brutale sui ring di NXT e poi su quelli del main roster, è stato Kevin Owens, che negli ultimi anni è arrivato a conquistare addirittura il titolo Universale della compagnia, facendosi poi battere da Bill Goldberg.

A quanto pare, Kevin Owens sarebbe una delle persone più solari all'interno del roster della WWE, con il canadese che sarebbe sempre felice, disponibile e sorridente con i colleghi e con i fan (se non deve interpretare il ruolo dell'heel), in tutti gli impegni con la federazione dei McMahon.
Come rivelato nelle ultime ore da alcune fonti online, però, questo atteggiamento da parte di Owens sarebbe cambiato drasticamente nelle ultime settimane, con l'ex campione di NXT che sarebbe molto più taciturno e scontroso del solito.

Kevin Owens è molto contrariato delle scelte della WWE in campo creativo?

La colpa di questo drastico cambio di umore, secondo quanto rende noto il famoso sito d'oltreoceano Ringside News, sarebbe da ricercarsi nel recente cambio di rotta della dirigenza della compagnia dei McMahon in campo creativo.
Come riportato dalle pagine di Ringside News, secondo alcune fonti interne alla WWE, Kevin Owens non apparirebbe più così felice e sorridente come era fino a qualche mese fa, con i suoi continui "push inconsistenti" che lo starebbero infastidendo molto.
Dopo aver vinto il titolo Universale, tre volte il titolo degli Stati Uniti, quello di NXT e quello Intercontinentale, Kevin Owens sembra ormai essere stato scaricato nel mid-carding, con lo stress per questo limbo incognito che starebbe pesando e non poco sull'umore dell'atleta.

A quanto pare, tra lo stesso Owens ed il Chairman della compagnia, Vince McMahon, ci sarebbe stata anche una furiosa discussione qualche settimana fa, con molti addetti ai lavori che non indossavano la mascherina nel backstage e con il canadese che si è invece impuntato con Vince, pretendendo una circolare interna che obbligasse tutti a portare il volto coperto, altrimenti sarebbe tornato a casa e non avrebbe più lavorato con la WWE fino a che tutti non avessero indossato le dovute protezioni.