CM Punk leader della Retribution? Dalla WWE arrivano brutti segnali



by   |  LETTURE 12160

CM Punk leader della Retribution? Dalla WWE arrivano brutti segnali

Che dietro la Retribution si possa nascondere dunque nientemeno che CM Punk? Si trattava di una mera supposizione, di un'idea o forse di una speranza cullata da diversi fan. Che però nelle scorse ore si è tramutata in una vera e propria illazione nel momento in cui in America uno dei più popolari siti internet che si occupano di wrestling ha suggerito a sua volta che lo Straight Edge possa nascondersi nel ruolo di leader della nuova fazione che ha gettato lo scompiglio dapprima su Raw e poi su SmackDown.

Ebbene, nel frattempo c'è stata una sorta di "supplemento di indagine" e a quanto pare l'ipotesi non è destinata a rivelarsi corrispondente alla realtà. Lo spiega Steve Carrier, responsabile di 'Ringside News' che ha provato a sentire una fonte interna alla WWE, che lavora nel team creativo e gli avrebbe descritto una situazione decisamente caotica riguardo alla Retribution e anche soltanto ai suoi componenti. Ciò che è stata descritta è una dirigenza che ancora non ha la più pallida idea né di quali saranno le conseguenze delle azioni della Retribution, ma nemmeno di chi realmente siano i lottatori che la compongono.

Sottolineiamo che nel frattempo quantomeno le identità delle componenti femminili potrebbero essere state chiarite, ma per il resto a dominare sembra la confusione. La fonte pare che abbia utilizzato più volte le parole "nessuna direzione" arrivando addirittura a dire "sarà una totale catastrofe, lo capisci?". In ogni caso, CM Punk non farebbe parte in alcun modo dei nomi coinvolti.

La Retribution e il team creativo WWE: caos totale e niente CM Punk

La fonte avrebbe infatti spiegato di non avere dubbi sul fatto che la Retribution non rappresenti lo stratagemma per riportare lo Straight Edge di Chicago sui ring della WWE, con i tantissimi fan della WWE che dovranno quindi rimandare ancora il sogno di rivedere in azione CM Punk.

E le persone che hanno concretamente attaccato a Raw e poi a SmackDown generando il caos generale non sarebbero addirittura nemmeno fisicamente le stesse persone che saliranno sul ring nel momento in cui la Retribution sarà coinvolta in vere e proprie faide con le Superstar delle WWE, dato che sotto quei vestiti neri e quei cappucci ci sarebbero stati addirittura degli stuntmen:
 


Una situazione completamente in divenire, dunque. Con la netta sensazione, però, che CM Punk non c'entri nulla.