WWE, è scontro totale con l'AEW. E spunta l'ira funesta di Vince McMahon!



by   |  LETTURE 4229

WWE, è scontro totale con l'AEW. E spunta l'ira funesta di Vince McMahon!

Quando la AEW annunciò il suo approdo televisivo ogni mercoledì sera su TNT, in qualche modo cambiò il modo di concepire il wrestling per i fan contemporanei. Poco dopo, infatti, la WWE rispose e seguì la federazione di Tony Khan, annunciando invece di trasferirsi su Usa Network nello stesso periodo di tempo.

Questo fu uno degli atti iniziali di una faida tra le due federazioni che va avanti da allora. La realtà è che la guerra del mercoledì notte continua ormai da tempo, e che ultimanente negli Stati Uniti NXT non sta vincendo molte battaglie.

L'azienda di Vince McMahon vuole provare a cambiare questa situazione e l'ultima idea è quella di rinforzare il proprio team di scrittura.

La guerra continua che va avanti tra WWE e AEW

Come sottolinea la Wrestling Observer Newsletter, sebbene la WWE non voglia ammetterlo, c'è davvero un grande desiderio a Stamford di vincere questa sfida continua del mercoledì sera.

Questa situazione che vede WWE NXT perdere molto spesso il confronto televisivo genera molto fastidio e rabbia tra i dirigenti, ed un altro problema per la federazione è riuscire a generare curiosità presso quella fascia demografica di pubblico che va dai 18 ai 49 anni.

NXT ha sempre avuto solo un team di scrittori che facevano parte del team principale e che aiutavano questo show a crescere, ora sono stati assunti 5 scrittori esclusivi e l'obiettivo è attirare il pubblico dai 18 ai 49 anni, una fascia di età che al momento segue soprattutto la AEW, che, anzi, domina questo particolare settore.

Ormai è palese che non sia un momento facile in WWE e i problemi sono all'ordine del giorno. Oltre alla questione arcinota riguardante la sede di SummerSlam e le recenti problematiche sulle ultime registrazioni di SmackDown, nasce l'ennesimo problema per Vince McMahon, una rivalità che nell'ultimo periodo vede la WWE nettamente battuta ed in chiara difficoltà.

Il 2020 con le problematiche legate all'emergenza sanitaria, il calo di pubblico e il rilascio di alcuni atleti (anche Top) ad Aprile sono il chiaro segnale che la WWE è chiamata ad una svolta per crescere e migliorare il proprio prodotto, visto che le rivali non si fermano, e anzi provano sempre più a costruirsi un nome di rilievo nel mondo del wrestling.