Lutto nel wrestling: morto un wrestler ex WWE star delle indy



by   |  LETTURE 6473

Lutto nel wrestling: morto un wrestler ex WWE star delle indy

Dramma tremendo nel mondo del wrestling che purtroppo in queste ore piange la morte di Mitch Ryder, ex wrestler con oltre trent'anni di carriera sulle spalle che era diventato nel corso degli anni una vera e propria star della scena indipendente.

L'uomo, che ha avuto l'opportunità anche di calcare il ring della WWE una volta, registrando un match contro Kut Angle, aveva avuto l'occasione anche di militare in WCW dispuntando un paio di match contro Cactus Jack e Rick Rude.

L'uomo lascia un vuoto immenso soprattutto nel cuore di tutti coloro che sono appassionati della scena indy, i quali lo reputavano un vero e proprio punto di riferimento di questo panorama, uno dei lottatori che ha fatto la storia di tantissime federazioni sparse in giro per tutto il mondo.

La federazione di Stamford non è tuttavia rimasta indifferente alla sua scomparsa: ecco l'ultimo saluto da parte di alcuni wrestler sotto contratto con la compagnia.

Mitch Ryder morto: l'ultimo saluto di alcuni wrestler WWE

Ecco alcuni Tweet che alcuni lottatori della WWE hanno fatto per tributargli l'ultimo saluto.

Ecco quello di Drew Gulak.

Questo è, invece, quello di Lince Dorado.

Mitch Ryder, che nelle federazioni indy si faceva chiamare Marvelous, ha avuto modo anche di militare nella CHIKARA per tantissimi anni.

L'uomo lascia amici, colleghi e tutta la sua famiglia all'età di soli 48 anni. Purtroppo al momento, come riporta Ringside News, le cause della sua morte non sono ancora state precisate. Staremo a vedere se nelle prossime ore ci saranno aggiornamenti in tal senso e se usciranno nuovi dettagli a riguardo, ma sicuramente la sua prematura scomparsa sta facendo vivere un momento di grave lutto all'interno di tutti i cuori dei fan di wrestling, soprattutto quelli di vecchia data.

Del resto, quando muore un esponente, chiunque esso sia, al netto del fatto che abbia calcato ring più o meno importanti, è comunque un momento di grave sofferenza. Lo è anche per la WWE che, seppur per pochissimo, ha avuto l'opportunità di vedere questo performer sul proprio ring contro un giovanissimo Kurt Angle, che poi diventerà quello che tutti noi oggi conosciamo.