Ex Superstar WWE: "I programmi della compagnia adesso sono veramente tristi"



by   |  LETTURE 5011

Ex Superstar WWE: "I programmi della compagnia adesso sono veramente tristi"

Uno dei personaggi più originali dei primi anni 2000 della WWE, conosciuto bene anche in Italia con il boom di Smackdown su Italia 1, commentato da Chris Recalcati e Giacomo "Ciccio" Valenti è stato senza ombra di dubbio l'ex atleta dei ring dello show blu: Rico Costantino.

Il wrestler che dopo aver abbandonato l'azione in-ring della WWE nel 2004 si è dedicato ad una vita nei vigili del fuoco negli USA, è tornato a parlare non bene del prodotto offerto attualmente dalla WWE sui teleschermi delle tv americane, definendo tristi i nuovi programmi offerti dalla famiglia McMahon, a differenza di quando lui lavorava ancora con loro, soprattutto per colpa degli effetti della pandemia mondiale.

Rico affossa la WWE ed i nuovi programmi della federazione

Nella sua ultima intervista rilasciata al giornalista Chris Featherstone di Sportskeeda, Rico è infatti tornato a parlare di pro-wrestling dopo quasi 20 anni dall'abbandono dell'azione sui ring dei McMahon, con l'ex Superstar di Smackdown che ha infatti rivelato:

"Penso ci siano un sacco di cose che vengono trascurate adesso in WWE, specialmente in questo momento.

Non riesco a guardare il prodotto. Non posso guardare nulla, specialmente ora. Non è come un match di boxe o uno di MMA, o una partita di football o di basket. Non hanno bisogno di fan lì presenti questi altri sport, è meglio averli senza ombra di dubbio, ma non servono per competere.

Puoi avere una partita di football senza fan presenti nello stadio. Continuano a giocare, i giocatori continuano a metterci il cuore in campo. Fanno quello che riescono nel migliore dei modi. Sfortunatamente, il wrestling ha bisogno dell'interazione dei fan.

La cosa che non riesco a capire è quando i campioni escono lì fuori e salgono sull'angolo del ring e alzano le loro cinture, ma verso chi? Andiamo ragazzi. Per piacere. Rey Mysterio va lì fuori e lotta, semplicemente facendolo come ha sempre fatto.

E voi continuate a spingere gente nel Performance Center? Per me tutto ciò è triste" . A quanto pare, oltre ai fan del WWE Universe, anche alcuni ex addetti ai lavori non apprezzerebbero più di tanto il Performance Center di Orlando privo dei suoi fan, con il pubblico formato dagli atleti di NXT che non farebbe però lo stesso effetto dei veri fan, ma con la WWE che per colpa di questa pandemia non può comunque fare altro, in attesa di tempi migliori.