Drew McIntyre: "Quando ho acceso la TV, c'era il mio nome dopo la Regina"



by   |  LETTURE 1479

Drew McIntyre: "Quando ho acceso la TV, c'era il mio nome dopo la Regina"

Drew McIntyre sta vivendo uno dei momenti migliori di tutta la sua carriera, purtroppo coinciso con la terribile crisi legata all’emergenza Coronavirus. La superstar scozzese, che in passato aveva avuto problemi ad esprimere tutto il suo potenziale, si è aggiudicata il titolo WWE spodestando Brock Lesnar e diventando il primo britannico a riuscire in quest’impresa.

Nel corso di una lunga intervista a Joe.co.uk, Drew ha parlato di vari argomenti, esternando tutta la sua gioia per aver finalmente coronato il suo grande sogno.

McIntyre: "È stato il contrario di vincere la Royal Rumble"

“È difficile esprimere a parole che cosa significhi per me, è un sogno diventato realtà.

Quando sono arrivato in America, il mio grande obiettivo era diventare il primo campione britannico della storia. Nemmeno The British Bulldog ha mai vinto il titolo. Lo stesso vale per William Regal e Wade Barrett, che ha avuto una grande occasione con Nexus, ma il suo salto di qualità non si è mai materializzato.

È sorprendente che nessuno ci fosse mai riuscito, ma è sempre stato il mio grande sogno. Quando ho acceso la TV per vedere BBC News, i primi due servizi erano relativi alla Regina, poi c’era quello sul wrestler della WWE Drew McIntyre che era diventato il primo campione britannico” – ha raccontato McIntyre.

L’unica nota stonata era l’assenza dei fan: “È stato il contrario di vincere la Royal Rumble, perché lì 40.000 persone urlavano quando ho mi sono aggiudicato la contesa, ero sopraffatto dall’adrenalina, le mie gambe tremavano.

A WrestleMania non c’era nessuno. È stato solo un momento privato, nessuno faceva rumore, ma ero concentrato sul traguardo raggiunto. Ho ripensato a tutte le persone che si erano sacrificate per portarmi qui dove sono ora.

Mi è venuta in mente la mia famiglia, mia moglie, senza dimenticare tutti gli sforzi e il duro lavoro che ho dovuto fare. Mio Dio, sono campione. Avevo appena battuto Brock Lesnar nel main event di WrestleMania. C’erano milioni di persone in tutto il mondo che avevano guardato la mia impresa”.