Roman Reigns, le idee verso SummerSlam e i piani saltati della WWE sul suo ritorno



by   |  LETTURE 1770

Roman Reigns, le idee verso SummerSlam e i piani saltati della WWE sul suo ritorno

Roman Reigns è uno dei grandi assenti in casa WWE ed è così ormai dal lontano mese di marzo, quando gli effetti dell'emergenza sanitaria iniziarono a diventare fin troppo evidenti anche negli Stati Uniti e il Big Dog decise di non sottoporre se stesso e la sua famiglia a inutili rischi, prendendosi una pausa dal wrestling che ad oggi non ha ancora visto una fine. Nel frattempo la WWE è andata avanti, e anche i piani della compagnia per il 2020 sono proseguiti. Alcuni di essi prevedevano però l'utilizzo del samoano, e per forza di cose hanno avuto l'esigenza di essere cambiati in corsa. Ecco come.

In queste ore a tracciare un quadro sulla situazione Roman Reigns ci ha pensato 'Ringside News', nella fattispecie il fondatore del sito e cioè Steve Carrier. Quest'ultimo ha infatti appreso che la WWE era convinta che l'ex Ariete dello Shield sarebbe tornato in tempo per prendere parte a SummerSlam, e in questa occasione il suo avversario sarebbe stato uno tra Bray Wyatt e Braun Strowman. Carrier non specifica se l'avversario in questione sarebbe dovuto essere il detentore del WWE Universal Champion, ma tutti i dettagli suggeriscono che la risposta a questa domanda sia "sì".

Non dimentichiamoci che Braun Strowman è divenuto Universal Champion proprio sostituendo Roman Reigns, che sarebbe dovuto essere l'avversario di Goldberg a WrestleMania 36. L'impressione, dunque, è che in presenza di Roman Reigns l'attuale faida tra Strowman e Wyatt (ancora in corso e che questa domenica culminerà nel misterioso e atteso Swamp Fight) sarebbe probabilmente già finita in estate, o quantomeno entro SummerSlam.

Roman Reigns: nessun segnale sul ritorno in WWE

Il problema è che nel frattempo non esistono alcune indicazioni sulla data o anche solo il periodo entro cui Roman Reigns tornerà un wrestler attivo in WWE. Carrier spiega che questo non vuol dire necessariamente che non esistano dei piani segreti in merito, ma se così fosse nessuno al di fuori di Vince McMahon, Kevin Dunn e Bruce Prichard ne è a conoscenza.

L'unico dato certo, al momento, è che a circa quattro mesi dalle sue ultime apparizioni a SmackDown, di Roman Reigns non c'è notizia. E la sensazione che in WWE debbano fare a meno di lui ancora a lungo è palpabile.