Sheamus: "La WWE creò la League of Nations senza nessuna idea dietro"



by   |  LETTURE 1445

Sheamus: "La WWE creò la League of Nations senza nessuna idea dietro"

La storia della WWE è costellata dalle stable e dai tag team più importanti al mondo, per citarne solo alcuni di essi, potremmo dire gli Hardy Boyz, la D-Generation X, l'NWO, Edge & Christian e chi più ne ha più ne metta.

Solitamente, queste grandi stable, nascono dall'unione di più wrestler che magari in quel momento non stanno facendo bene in singolo, o magari per mettere insieme alcuni wrestler che hanno delle lacune sotto qualche punto di vista, come ad esempio il lato orale al microfono, affiancandolo così a qualcuno di più esperto, con più lottatori che si potebbero dividere così i compiti quando c'è da lottare e quando c'è invece da parlare.

Sheamus rivela la strana nascita della League of Nations in WWE

Secondo quanto rivelato nella sua ultima intervista rilasciata ai microfoni di Miro, ovvero l'ex Rusev della WWE nella sua importante tramissione YouTube, il Celtic Warrior della WWE ha voluto raccontare al suo ex collega come era nata la famosa stable composta appunto da Sheamus, Alberto Del Rio, Wade Barrett e dallo stesso Rusev, vista per qualche mese sui ring della WWE, che a quanto pare è nata quasi per puro caso, con l'ex WWE Champion che avrebbe infatti rivelato:

"Quindi, quello che era apena successo era che avevo battuto Roman Reigns.

Avevo incassato il mio Money in the Bank. Era di domenica ed era a Survivor Series. Io non sapevo nemmeno che avrei dovuto incassare fino alla sera stessa. E così la notte dopo a Raw, il giorno di Raw, ci dissero che avremmo dovuto creare un gruppo insieme, la League of Nations.

Comunque sia, l'idea veniva da Jamie Noble. Mi ricordo che Jamie Noble mi disse, 'Ho questa idea! Fantastica!' mentre io pensavo, 'Ok. Come farà a funzionare? Qual è in realtà l'idea?'

Non c'era nessuna idea dietro. Non c'era nessun piano dietro questa cosa e così a Raw, ci hanno solamente messo insieme" . A quanto pare, quindi, anche in WWE molte cose vengono ideate di getto e altrettanto di getto vengono proposte ai suoi atleti, senza prima creare un piano a lungo termine che faccia capire ai suoi protagonisti come si debbano comportare.