Conrad Thompson: "Nessuno potrà mai replicare il successo di The Undertaker"



by   |  LETTURE 2271

Conrad Thompson: "Nessuno potrà mai replicare il successo di The Undertaker"

The Undertaker ha annunciato il suo ritiro definitivo dal wrestling al termine della docuserie ‘The Last Ride’, che ha messo in luce numerosi aspetti inediti legati alla carriera della superstar più iconica di tutti i tempi.

Nel corso di un’intervista a Wrestling Inc, il noto conduttore di podcast Conrad Thompson ha espresso alcune considerazioni interessanti sul documentario relativo al Deadman, che potrebbe aver disputato il suo ultimo match contro AJ Styles a WrestleMania 36.

Thompson su The Undertaker

“Credo che l’intenzione fosse quella di raccontare una storia che alimentasse ulteriormente il mito di Undertaker. Realizzandolo nel modo in cui lo hanno fatto, tutti hanno avuto la possibilità di apprezzare ancora di più il sacrificio dietro al personaggio.

Ragazzi come me e come voi abbiamo sempre pensato che fosse davvero l’aspetto più affascinante del wrestling, non quello che viene messo in scena sul ring, ma tutta la preparazione dietro le quinte. Stiamo parlando di come quella persona ha messo insieme quel personaggio e raccontato quelle storie, oltre agli sforzi che ha dovuto fare per arrivare al traguardo.

Non credo che nessuno sarà mai in grado di ricreare il successo e la carriera di Mark Calaway” – ha spiegato Thompson, a cui è stato chiesto se avesse mai parlato con Undertaker di un eventuale podcast da realizzare insieme.

“No, abbiamo discusso di uno spettacolo teatrale e l’idea originale era che Bruce lo avrebbe ospitato, dato che è molto in confidenza con Mark. Pensavo che quei due sul palco a raccontare vecchi aneddoti sarebbero stati semplicemente fantastici, visto che Bruce è un narratore fantastico e con Mark sono amici da decenni.

Volevamo chiamarlo tipo ‘Dead Man Talking’” – ha aggiunto. A dispetto delle parole di Taker, sono in molti – tra i colleghi e gli addetti ai lavori – a ritenere che l’otto volte campione del mondo non abbia ancora scritto la parola fine. D’altronde, la WWE ci ha abituato a sorprese clamorose negli ultimi anni.