WWE, clima infuocato: Vince McMahon non approva Raw e se ne va



by   |  LETTURE 9793

WWE, clima infuocato: Vince McMahon non approva Raw e se ne va

Il clima in WWE sembra essere sempre più teso in queste settimane, e una volta tanto le preoccupazioni e i contrasti legati all'emergenza sanitaria non c'entrano. Perché i motivi della baraonda scoppiata nelle ultime ore sembrano tutti da ricondurre a mere questioni creative.

A tracciare un panorama tutt'altro che idilliaco ci ha pensato H Jenkins di 'Ringside News', che ha riferito di aver appreso in esclusiva che le registrazioni di Raw (avvenute nelle scorse ore e che riguardano due puntate consecutive) sono state caratterizzate da molteplici problemi. La quasi totalità dei quali sono da ricondurre a Vince McMahon e ai suoi disguidi con i responsabili della scrittura degli show.

Vince McMahon, i problemi di Raw e il clima infernale in WWE

Secondo quanto riferito da Jenkins, i problemi hanno riguardato non tanto la prima puntata di Raw (quella che sarà trasmessa lunedì prossimo), quanto quella successiva. Si parla di un Vince McMahon che non ha approvato il copione dello show se non intorno all'una del pomeriggio, quando però le Superstar già avevano iniziato a registrare la puntata precedente. Questo ha creato un clima di pesante incertezza nel team creativo, cui risulta che i compiti fossero stati assegnati da tempo senza però che avessero soddisfatto le esigenze del Chairman.

Al momento della chiusura dei lavori, addirittura, diversi producer sembra non avessero le idee chiare sul destino di alcuni segmenti chiari. E l'intervento di Bruce Prichard, il nuovo Direttore Esecutivo che ha preso il posto di Paul Heyman, non ha aiutato: il dirigente è stato infatti descritto in maniera ben poco lusinghiera, e come una figura presente solo per distrarre il nervosissimo Vince McMahon con alcune battute spiritose.

Con il trascorrere delle ore la situazione si sarebbe tutt'altro che tranquillizzata, tanto che Jenkins ha spiegato che secondo la sua fonte Vince McMahon avrebbe addirittura abbandonato il Performance Center poco dopo l'inizio della registrazione della seconda puntata di Raw (quella, insomma, che aveva creato la precedente discussione). Una decisione a sua volta vissuta molto male tra i dipendenti della WWE, visto che le Superstars sono state tutte obbligate a restare al lavoro fino al termine delle registrazioni, mentre il loro capo se n'era già andato via.