WWE, Vince Russo rivela: "Quando The Undertaker crollò nel pavimento del backstage"



by   |  LETTURE 11228

WWE, Vince Russo rivela: "Quando The Undertaker crollò nel pavimento del backstage"

Intervenuto durante una sessione di domande su Facebook Live, l'ex booker della WWE Vince Russo ha parlato con il giornalista di SportsKeeda Chris Featherstone. I due hanno trattato tanti temi e Russo ha raccontato alcuni aneddoti durante la sua esperienza in WWE nell'Era Attitude.

Uno dei principali racconti di Russo riguarda la carriera di The Undertaker. Il booker ha dichiarato di avere profondo rispetto per The Deadman e allo stesso tempo ha raccontato un aneddoto sulla leggendaria carriera del wrestler in WWE.

Ecco le sue parole su The Phenom: "Ho un grandissimo rispetto per lui come atleta, ho visto in prima persona il dolore che quest'uomo stava provando e provava prima e dopo il suo incontro, e mi sorprendevo ogni volta di come lui, ogni volta che saliva sul ring, non dava a vedere nulla.

Ho visto Taker tornare nel backstage dopo un incontro e crollare di schianto sul pavimento. Voglio dire, il mal di schiena era un problema davvero serio, un trauma che stava attraversando, ma nonostante ciò lui era sempre pronto per il prossimo show della federazione di Vince McMahon"

Le ultime su The Undertaker

The Undertaker è un pilastro della WWE ed è arrivato in federazione nel 1990. Ha avuto una carriera trentennale ed appare ovvio che tutto questo tempo sul ring può mettere a dura prova il corpo e la mente di una persona.

Nelle ultime settimane, durante il documentario sul Deadman "The Last Ride", è stato annunciato il ritiro dal ring di The Undertaker che potrà ora, dopo una straordinaria carriera, godersi un meritato riposo.

Successivamente Taker ha rivelato il motivo principale che lo ha portato a questa sconvolgente, ma allo stesso tempo attesa decisione: "Non mi resta poi nulla da vincere o conquistare, il gioco ormai è cambiato ed è ora che arrivino nuovi atleti a combattere per la federazione.

Credo di aver scelto il momento giusto per prendere questa decisione. Sono stato fortunato ad avere due famiglie: non solo mia moglie ed i miei figli, ma anche la mia famiglia in questo particolare viaggio. Penso a Bryan Adams, Yokozuna, Godfather, Shawn Michaels, Triple H, Bret Hart e tanti altri"