Seth Rollins: "Vi spiego come funziona il protocollo sanitario della WWE"



by   |  LETTURE 1141

Seth Rollins: "Vi spiego come funziona il protocollo sanitario della WWE"

Seth Rollins è diventato uno dei simboli della WWE negli ultimi mesi, rafforzando il proprio status anche durante la pandemia. L’ex campione dei pesi massimi ha intrapreso una lunga faida con Rey Mysterio, brutalmente attaccato dal Messiah e ferito ad un occhio durante lo scontro.

In un’intervista concessa al New York Post, Rollins ha elogiato il luchador mascherato per aver contribuito alla popolarità della WWE negli ultimi decenni.

Rollins: "Questa settimana è stata pazza"

“Rey è una leggenda assoluta, è stato una parte vitale del nostro settore per 30 anni, che è esattamente il doppio del tempo che io ho trascorso in questo business.

Il fatto che riesca ancora ad esprimersi ad un livello così alto è la cosa che mi stupisce di più. Essere coinvolto in una storia con lui in questo momento è davvero elettrizzante. Ovviamente l’ambiente è diverso senza il pubblico dal vivo.

È più difficile raccontare una storia in questo modo” – ha spiegato Seth. Nelle ultime settimane, la federazione di Stamford ha dovuto fare i conti con dei casi di infezione da Coronavirus. “È stata dura, nel senso che ci sono state molte decisioni che dovevano essere prese rapidamente per quanto riguarda i test e i viaggi.

La settimana scorsa abbiamo dovuto apportare alcune modifiche al programma di registrazione, che ci costringeranno a tornare di nuovo questa settimana per farne altre. Stiamo cercando di mettere in atto un protocollo che abbia senso per tutti in WWE.

Veniamo testati ogni volta prima di entrare. La speranza è di ridurre al minino il rischio che le persone si ammalino al Performance Center per poi diffondere il virus alla popolazione in generale. Questa settimana è stata pazza.

Fortunatamente, la comunicazione è migliorata durante questo lasso di tempo. All’inizio era tutto molto complicato, ora si nota una maggiore coesione. Il mio auspicio è che la situazione progredisca ulteriormente nelle settimane seguenti” – ha aggiunto il quattro volte campione del mondo.