Ecco i motivi per cui la Fox ha deciso di cancellare WWE Backstage



by   |  LETTURE 1496

Ecco i motivi per cui la Fox ha deciso di cancellare WWE Backstage

WWE Backstage è stato un programma durato pochi mesi, ma che è diventato nel suo piccolo una sorta di cult per gli appassionati di wrestling, che aspettavano il martedì notte americano per scoprire quali nuovi spunti sarebbero stati raccontati dalla conduttrice Renee Young, dall'ospite fisso Booker T e dalle varie guest star che si sono alternate nell'arco dei mesi (principale delle quali, inutile girarci attorno, è stato CM Punk). Il programma è stato però ospitato sulle frequenze della Fox, che puntava a raggiungere un pubblico generalista e non solo lo zoccolo duro dei fan più accaniti. E proprio questo, in base a quanto si mormora in America, è alla base della cancellazione decisa in questi giorni.

La Fox ha infatti deciso che 'FS1' (il suo canale che si occupa di vari sport molto seguiti oltreoceano) sospenderà la trasmissione di WWE Backstage, che potrebbe tornare con una formula completamente nuova ma anche essere cancellato del tutto. Una decisione che ha gettato nello sconforto Renee Young, facendole pubblicare quello stesso tweet di sfogo che sembra peraltro averla messa nei guai con la dirigenza WWE.

Nel frattempo sono stati svelati un po' più nel dettaglio i motivi che hanno portato la Fox a questa decisione e, come ampiamente previsto, sono di natura prettamente commerciale.

WWE Backstage: i perché del taglio operato dalla Fox

Della vicenda si è occupato Dave Meltzer sulla sua 'Wrestling Observer Newsletter', spiegando che il colosso dei media americani ha fatto due conti e ha deciso che a queste condizioni non gli conveniva proseguire nella produzione di WWE Backstage. L'esperto giornalista spiega che nemmeno la presenza di CM Punk (assunto per una partecipazione al mese, e con uno stipendio certo non di poco conto) ha permesso alla trasmissione di superare la soglia dei 200mila telespettatori. Diverse altre puntate, addirittura, si sono fermate al di sotto dei 100mila.

Nel frattempo andranno in onda le puntate che già sono state registrate, ma fino a nuovo ordine non ne verranno prodotte di nuove.

Peraltro sembra un problema esteso a tutte le produzioni WWE ospitate dalla Fox e che non rappresentano lo show di punta (che ovviamente è SmackDown, dato che Raw e NXT sono ancora trasmessi da Usa Network). Oltre a WWE Backstage, infatti, anche i vari WWE Superstars, WWE Main Event, WWE Velocity, WWE After Burn, WWE Confidential e programmi analoghi stanno tutti raccogliendo dati d'ascolto decisamente bassi, un dettaglio che rischia di mettere a rischio anche tutte queste produzioni oltre al talk show che tanto caro era a Renee Young e che ha permesso a CM Punk di tornare a occuparsi di WWE a diversi anni dal suo addio alla compagnia da lottatore.