WWE, Baron Corbin è scontento di lavorare con Matt Riddle a Smackdown



by   |  LETTURE 2643

WWE, Baron Corbin è scontento di lavorare con Matt Riddle a Smackdown

L'ultimo episodio di Friday Night Smackdown si è concluso con la disfatta del "re del ring" King Corbin, che dopo aver insultato il lavoro trentennale di Undertaker durante la puntata dello show blu in suo tributo, si è visto attaccare da mezzo roster dello show del venerdì sera, con Matt Riddle, Jeff Hardy, il New Day, Braun Strowman ed altri atleti face di Smackdown che lo hanno mandato al tappeto più volte, vendicando l'onore del Deadman dopo le offese gratuite del King of the Ring.

Quello che non è andato giù a Corbin, però, (e in questo frangente stiamo parlando del wrestler e non del personaggio che vediamo on-screen), sarebbe stato proprio l'attacco da parte di Matt Riddle nei suoi confronti, dopo appena qualche settimana dal suo approdo nel main roster.

King Corbin amareggiato per la disfatta contro Matt Riddle a Smackdown

A quanto pare, secondo quanto rivelato da alcune fonti online, King Corbin non sarebbe rimasto per nulla felice di quanto successo nell'ultima puntata di Friday Night Smackdown, andando a reclamare con la dirigenza WWE sia prima che dopo le registrazioni dello show.
Secondo quanto riportato da Gary Cassidy del noto sito Sportskeeda, Corbin sarebbe rimasto alquanto risentito dal fatto che Matt Riddle, un atleta appena promosso nel main roster della federazione, sia riuscito subito a mettere le mani sul suo personaggio, senza prima dover passare per gli atleti più in basso nella card dello show, come è consuetudine fare in WWE.

A quanto pare, tali piani erano previsti anche da diverse settimane secondo la dirigenza della compagnia, con Matt Riddle che sapeva di tali piani da mesi e con Corbin che era invece rimasto all'oscuro di tutto fino alla vigilia di Smackdown di venerdì scorso.
Secondo il re del ring, la dirigenza avrebbe dovuto "costruire" di più il personaggio di Riddle nel main roster, prima di poterlo inserire in un feud con lui, in segno di rispetto e di conformità per quello che è il lavoro della WWE da ormai svariati anni.
Secondo il lottatore di Smackdown, infatti, lanciare in un modo così, quasi improvvisato, il primo arrivato dal roster di NXT, manderebbe letteralmente all'aria mesi e mesi di costruzione dei personaggi più importanti del roster blu, vanificando ogni impegno e ogni lavoro intercorso negli ultimi mesi.
Staremo a vedere se adesso la WWE cambierà i proprio piani in merito a Riddle e King Corbin dopo le lamentele di quest'ultimo o se come al solito la federazione continuerà per la sua strada, senza badare a lamentele e critiche, lavorando più su chi crede possa avere un futuro nei propri roster e sui propri schermi.