UFFICIALE - WWE shock, svelato il nome di chi è positivo al virus



by   |  LETTURE 8769

UFFICIALE - WWE shock, svelato il nome di chi è positivo al virus

Ore di panico in WWE. Negli ultimi giorni la WWE ha confermato di un test positivo al virus, ma nelle ultime ore la situazione sta generando allarme. PWInsider ha difatti citato una fonte all'interno della compagnia di Vince McMahon che affermava chiaramente che quasi due dozzine di persone sono risultate positive ai test e saranno quindi poste in quarantena.

La WWE continuerà a lavorare in vista di registrazioni future, ma per la registrazione del prossimo episodio di Smackdown dovranno essere riscritte alcune scene ed è probabile che saranno assenti alcuni wrestler.

Il dipendente WWE positivo al virus ed il tweet

Attraverso i propri profili social, Renee Young, commentatrice sotto contratto con la WWE, ha ufficializzato di essere positiva al Covid-19. La donna ha rilasciato il seguente messaggio sui social: "Amici, tutto in pochi giorni!

Prima il mio spettacolo viene cancellato e poi mi prendo il virus. Ricordo a tutti di indossare le mascherine e lavarsi costantemente le mani. State al sicuro, tutti!"

Questo messaggio arriva dopo che era stato annunciato che Jon Moxley avrebbe dovuto saltare AEW Dynamite visto che è stato a contatto con una persona esposta al virus.

Ricordiamo che Jon Moxley e Renee Young solo sposati. Dopo questa situazione verificatasi, la WWE ha annunciato che non inviterà più amici e parenti agli spettacoli del Performance Center: questi, tra l'altro, venivano utilizzati anche come fan.

Non è ancora chiaro come questa situazione possa inoltre interferire con la seconda edizione di AEW Fyter Fest, visto che era in programma un incontro per il titolo dove Jon Moxley doveva difendere la cintura da Brian Cage.

La WWE è preoccupata da questa situazione e avrebbe chiesto ai suoi atleti ed ai suoi dipendenti di isolarsi nei propri domicili, una volta venuti a conoscenza dei risultati dei test, così da poter sviluppare tutti i sintomi della malattia e farla passare senza contagiare nessun altro.

Staremo a vedere come evolverà la situazione, se rimarrà tutto sotto controllo o se ci sarà un gravissimo focolaio che porterà la federazione a chiudere i battenti almeno per un po'