La WWE sottopone tutto il personale al tampone dopo un test positivo al virus



by   |  LETTURE 1348

La WWE sottopone tutto il personale al tampone dopo un test positivo al virus

A quanto pare era solo questione di tempo, prima che il primo contagiato dal virus che sta attanagliando il mondo approdasse persino in WWE, dove nelle ultime ore un atleta di NXT sarebbe risultato postivo al tampone, il quale ha subito fatto scattare il panico tra gli addetti ai lavori della WWE, che hanno così iniziato tutti i trattamenti sanitari obbligatori in questi casi, con lo staff medico che sarà chiamato a fare i salti mortali in tutti i prossimi tapings, per cercare di evitare che il virus crei un piccolo focolaio anche all'interno del roster della federazione.

Ma partiamo dal principio. Il nome dell'atleta di NXT che sarebbe risultato positivo ad un test per il virus che risalirebbe al 9 Giugno scorso, non sarebbe ancora uscito fuori per via della privacy, ma la WWE ha voluto subito (o quasi), rilasciare un comunicato con la quale vorrebbe far stare tranquilli i fan dell compagnia ed i familiari dei propri atleti, assicurando di mantenere gli standard sanitari e le protezioni individuali necessari in questa emergenza e che quindi per il momento tutto è sotto controllo.

Anche la WWE alle prese col virus della pandemia

In uno dei sui ultimi comunicati ufficiali, la dirigenza della federazione ha infatti informato i propri fan che:

"Un talento del settore di sviluppo, che ha avuto dei contatti nel nostro sito per l'ultima volta Martedì, 9 Giugno, è risultato positivo per il COVID-19.

Dopo aver scoperto questa cosa, nessun altro individuo sarebbe risultato avere nessun tipo di sintomo. In ogni caso, visto che la prudenza non è mai troppa per assicurare la salute e la sicurezza dei performer della compagnia, dello staff, di tutti i talenti, della crew di produzione e degli impiegati del Performance Center, saranno tutti quanti sottoposti ad un test per il COVID, immediatamente.

Una volta terminati i test e saputi i risultati, la WWE procederà ad andare avanti con la normale produzione televisiva prevista per il futuro" A quanto pare, la WWE inizialmente testava i suoi dipendenti ad ogni seduta di tapings, ma con l'andare del tempo, tale abitudine sarebbe stata scartata, a differenza degli atleti della AEW che vengono sottoposti al tampone almeno una volta a settimana, come assicurato anche da Jim Ross.
Non si sa al momento con quali wrestler o addetti ai lavori della WWE sia venuto in contatto questo wrestler di NXT, che magari faceva anche parte del pubblico degli show televisivi e quindi potrebbe aver suo malgrado infettato anche qualche altro collega o addetto ai lavori, che dovrà così stare molto attento a non far girare il virus che sta già attanaglianndo il mondo intero da mesi, all'interno degli ambienti della WWE.