Un misterioso, gigantesco ninja sconvolge WWE Backlash: ecco chi è veramente



by   |  LETTURE 8657

Un misterioso, gigantesco ninja sconvolge WWE Backlash: ecco chi è veramente

Anche a WWE Backlash abbiamo assistito a un momento di cinematic wrestling: è avvenuto nello specifico pochi minuti prima del "Greatest Wrestling Match Ever" tra Edge e Randy Orton, quando Street Profits e Viking Raiders hanno iniziato a malmenarsi senza apparenti motivi nel backstage in un misto tra veri colpi e momenti divertenti, in cui gli stessi protagonisti si chiedevano cosa stesse succedendo. I quattro atleti si sono poi ritrovati nel parcheggio, dove sono stati raggiunti da un gruppo di motociclisti-ninja, comandati da Akira Tozawa. Il vero asso nella manica dell'atleta nipponico è stato però un mastodontico ninja afro-americano, enorme e mascherato, che di fatto ha sparigliato definitivamente le carte e ha fatto in modo che il match valido per il Raw Tag Team Championship non si tenesse più.

Ma chi era il misterioso ninja-biker (dotato peraltro di spada) di cui è stato possibile solo intravedere gli occhi?
 


A questa domanda ha risposto tra gli altri Paul Davis di 'WrestlingNews.co': si tratta infatti di Jordan Omogbehin, uno degli atleti che nel corso di questi mesi e anni si sono allenati al Performance Center di Orlando.

Ben superiore ai due metri e 10 di altezza, 26 anni, Omogbehin ha firmato un contratto di sviluppo con la WWE nel mese di ottobre 2018, dopo essersi formato presso la University of South Florida e la Morgan State University (giocando peraltro a basket a livello universitario). Non ha ancora debuttato negli show televisivi di NXT, pur avendo già combattuto in alcuni live event che la stessa NXT ha organizzato in Florida.

Su di lui aveva speso parole molto importanti un certo Kevin Nash, che nell'estate 2019 raccontò di aver contribuito ad allenarlo per circa una settimana insieme al vecchio collega degli Outsiders, Scott Hall. L'ex Diesel (a sua volta alto 2,08 m) ne aveva elogiato l'agilità e l'atletismo, arrivando ad azzardare un paragone con il Triple H degli esordi (ossia quando l'attuale The Game mosse i primi passi da professionista in WCW, con il ringname di Terra Ryzing).

Non resta ora che scoprire se per lui sia pronto "il grande salto" nel main roster senza passare attraverso lo show giallonero. Le premesse sembrano esserci tutte...