Voce clamorosa dall'America: i Live Event WWE potrebbero non tornare più?


by   |  LETTURE 2500
Voce clamorosa dall'America: i Live Event WWE potrebbero non tornare più?

La WWE, come sappiamo, non sta più girando per il mondo: l'emergenza sanitaria in corso ha costretto la compagnia a spostare tutti gli show in Florida, precisamente a Orlando, precisamente al Performance Center.

Nel frattempo però arriva una voce dall'America che se confermata avrebbe del clamoroso: qualcuno sostiene che i Live Event della WWE potrebbero anche non ripartire più. Una voce che, lo diciamo sin da subito per evitare equivoci, a noi di WorldWrestling.it sembra talmente improbabile da risultare quasi grottesca se non addirittura senza senso, ma dato che a riferirla è un addetto ai lavori comunque decisamente autorevole ve la riportiamo.

A sganciare la bomba è stato Bryan Alvarez, che nel corso del seguitissimo e molto rispettato 'Wrestling Observer Live' ha ricordato come in WWE siano stati messi sotto contratto nove produttori che per l'assenza di tour in giro per gli States e il mondo sono sostanzialmente senza lavoro da fare, ma che nonostante questo a Stamford si stiano rendendo conto che la nuova situazione permette di lavorare meglio su Raw e SmackDown.

"Già prima dell'emergenza Coronavirus avevano drasticamente ridotto il numero dei Live Event, ma ora potrebbe essere che riprendano a fare house show, prima o poi, ma potrebbe anche essere che non ne faranno più", è la teoria di Alvarez.

Certo una decisione di Vince McMahon di cancellare del tutto i tour mondiali della WWE provocherebbe uno scossone non da poco, e la perplessità di soci e dipendenti del Chairman. Ma Alvarez si dice convinto della sua idea: "L'emergenza potrebbe aver fatto ricalibrare l'intero modo in cui la WWE fa business, dato che le Superstars ora stanno lavorando decisamente meno rispetto al solito ma allo stesso tempo possono concentrarsi molto di più sugli show televisivi, dove è più importante il fatto che le loro performance siano di alto livello"

Una WWE molto più attenta a Raw e SmackDown, dunque, con la conseguenza però di non recarsi più a fare visita ai tantissimi fan sparsi in tutto il mondo: ci sembra strano, lo ripetiamo, ma questo è ciò che è stato affermato nel corso di una trasmissione di lungo corso come 'Wrestling Observer Live', vedremo nei prossimi mesi se Bryan Alvarez aveva ragione o meno.