Alcuni soccorritori ricostruiscono la tragedia dell'ex WWE Shad Gaspard


by   |  LETTURE 7033
Alcuni soccorritori ricostruiscono la tragedia dell'ex WWE Shad Gaspard

Le ultime ore sono state assolutamente tragiche per la famiglia dell'ex WWE Shad Gaspard, visto per svariato tempo al fianco di JTG nella coppia con la quale formavano i Cryme Tyme, con l'ex atleta dei McMahon che da ormai 48 ore sarebbe stato risucchiato dalle acque dell'Oceano Pacifico, senza poter riaffiorare più.

In una tragedia che sembra sempre più concreta ogni ora che passa, la famiglia dell'atleta ha chiesto tramite MVP di rispettare il proprio dolore, dopo che anche il figlio dell'atleta, di soli 10 anni, ha rischiato la vita nelle acque di Venice Beach.
A dare il suo contributo nel fare un po' più di luce sulla tragica vicenda, ci hanno pensato anche i bagnini e i soccorritori che hanno tentato il primo salvataggio su Shad Gaspard e suo figlio, con il capo della sezione di Los Angeles della Guardia Costiera che ha rivelato ai microfoni di ESPN:

"Era come stare nell'oblò di una lavatrice, continuavamo ad essere sballottati di qua e di là.

Sono stato in diverse situazioni del genere a fare dei salvataggi ed ogni volta pensi di morire.
Le onde erano alte sei piedi quel giorno e per una combinazione di eventi, si sono create le condizioni perfette per una tragedia.
Quando i bagnini hanno visto la situazione, hanno subito cercato di salvare il figlio di Shad Gaspard, ma le onde erano troppo grandi.

Basandoci sulla stazza dell'uomo e sulle condizioni dell'acqua... queste sono scelte che purtroppo dobbiamo prendere. Shad ci ha detto subito di prendere suo figlio prima. Quando i bagnini sono tornati indietro una gigantesca onda aveva travolto l'uomo e da lì non lo abbiamo più visto."



Dopo essere sparito tra le acque, è subito scattata anche l'emergenza con la Guardia Costiera, che ha impiegato subito diversi mezzi per le ricerche, senza però riscontrare nulla di nuovo. Neanche la mattina dopo, purtroppo, è stato ritrovato il corpo di Shad Gaspard.