La WWE blinda un altro nome di un ppv appena resuscitato



by   |  LETTURE 1463

La WWE blinda un altro nome di un ppv appena resuscitato

Come abbiamo potuto vedere nell'utlima puntata di NXT andata in onda la settimana scorsa, la WWE è tornata ad utilizzare uno dei suoi vecchi marchi di fabbrica, ovvero è tornata a produrre uno dei suoi ppv della linea degli "In Your House", eventi speciali che sono andati in onda per anni tra il 1995 ed il 1999, con diversi match e debutti storici che sono avvenuti proprio nei famosi eventi denominati così.

Questa volta, dopo gli storici War Games, ad utilizzare il marchio In Your House, sarà proprio NXT, con il futuro della WWE che ripiomba così nel suo passato, cercando di fare la storia della federazione utilizzando qualcosa di già visto nel mondo del pro-wrestling, ma che di sicuro funziona.
Ma per quale motivo la WWE è voluta tornare ad utilizzare tale marchio? E soprattutto, qualche altra compagnia di wrestling al mondo, può adesso utilizzare lo stesso marchio qualora volesse?
Ovviamente la risposta a quest'ultima domanda è no, in quanto la WWE da ormai svariato tempo ha riacquistato i diritti del nome dell'evento, blindando di fatto l'utilizzo dello stesso al suo personale utilizzo, impedendo a tutte le altre compagnie di wrestling del mondo, di poter utilizzare il suo marchio, che è un po' anche la motivazione che ha spinto la stessa dirigenza della federazione a ritirare fuori dall'armadio questo storico marchio, per non farlo così utilizzare a nessun altro, vedi la AEW.
Prima di riportare in vita lo storico marchio che andrà in onda il 7 Giugno, la WWE ha dovuto comprare i diritti del nome dell'evento l'11 Maggio scorso, con la legge sulla tutela dei marchi e dei copyright che impedisce così a tutte le altre compagnie di pro-wrestling e di intrattenimento generico del mondo di poter utilizzare il nome, il logo, o anche solo l'idea del ppv, blindando di fatto il prodotto come esclusivo della WWE.