Ex road agent WWE: "Quella volta che Vince McMahon ordinò di affossare un tag team"



by   |  LETTURE 5299

Ex road agent WWE: "Quella volta che Vince McMahon ordinò di affossare un tag team"

La storia della WWE è costellata delle ambientazioni e delle scenette più assurde, che sono state trasmesse sia on-screen, che andate in scena per "pochi intimi" nel backstage dei vari show che la compagnia ha mandato in onda dalle parti più disparate del mondo, con Vince Mcmahon che è sempre stato assoluto mattatore dei suoi eventi, sia davanti alle telecamere che al tavolo di controllo da cui non perde di vista ogni segmento o ogni match dei suoi show settimanali o dei suoi ppv.

Nel corso degli anni, Vince è stato il principale artefice di molti dei momenti migliori e peggiori di molti dei suoi atleti, dalle consacrazioni di personaggio come Daniel Bryan e Roman Reigns, fino all'affossamento di diversi personaggi, che grazie alle batoste subite sui ring o al microfono, sono diventati ben presto dei veri e propri jobber, fino ad arrivare ad un licenziamento o all'oblio più assoluto, con diversi atleti che sono tuttora nel roster della federazione, ma che di fatto non si vedono più sui ring da mesi.
Uno di questi particolari momenti, è stato raccontato anche ai microfoni dello show personale del WWE Hall of Famer Arn Anderson, da poco passato ai teleschermi della AEW, che nell'ultimo episodio del suo podcast, ha raccontato un particolare aneddoto che vede coinvolto il Chairman della WWE e l'ormai ex tag team degli Ascension, con l'ex membro dei Four Horsemen della WCW che ha detto:

"Perchè dovresti mettere in condizioni uno dei tuoi personaggi, in un tuo show di professarsi il numero uno dei team nel business del wrestling, o il numro uno in tutto lo sport d'intrattenimento del mondo intero e dargli molto spazio televisivo o credibilità a livello televisivo per poi sotterrarli, chiedendo proprio ai commentatori di seppellirli?
Certo.

Tutto quello che i personaggi fanno in tv passa per la grande sedia (Vince McMahon ndr). Se è l'ultimo posto dove andare, arriva davanti alla grande sedia per essere approvato. Per non commettere errori, personaggi, angle, li porti da lui"

Nonostante inizialmente gli Ascension erano stati costruiti come uno dei team più forti e spaventosi di NXT, con tanto di regno titolato più lungo del terzo roster della WWE, ben presto la federazione ha cominciato a bookare i due come semplici mid-carder e jobber, arrivando addirittura ad affossarli in diretta tv, proprio su ordine del Chariman della federazione, che durante uno show di qualche anno fa, chiese espressamente al team di commento dello show di seppellire anche a parole i due, come rivelato da Anderson.