Vince McMahon e Triple H nei guai: gli azionisti WWE fanno causa



by   |  LETTURE 8406

Vince McMahon e Triple H nei guai: gli azionisti WWE fanno causa

Non è un periodo particolarmente semplice della WWE: dopo i problemi causati dalla pandemia globale, che ha costretto la federazione a mandare in onda show a porte chiuse, oltre ad un lunghissimo elenco di licenziamenti, sembra esserci all'orizzonte un altro enorme problema da gestire e che ha radici all'interno della compagnia.

Alcuni azionisti, infatti, hanno fatto partire una causa legale nei confronti di Vince McMahon, Triple H, Stephanie McMahon ed altri dirigenti di alto rango. La ragione dietro questa scelta molto forte, riporta wrestlingnews, va ricercata nel fatto che, secondo la loro opinione, questi non si sarebbero comportati in maniera trasparente nei loro confronti e, soprattutto, non avrebbero tutelato il loro investimento e le loro azioni.

Ma non finisce le accuse, infatti, sembrano essere ancora più pesanti. Quello che spaventa di più tra i cosiddetti "capi d'accusa" va ricercato in quella che, per molti, non sembrerebbe essere soltanto una semplice casualità: al netto delle -presunte- false dichiarazioni di Vince McMahon in merito ai coinvolgimenti della WWE nella XFL, la lega di football fallita per la seconda volta in pochi mesi, ciò che viene imputato è il fatto che i massimi dirigenti abbiano venduto in quantità massiccia le proprie azioni prima che fossero stati resi pubblici, in ritardo, gli accordi con l'Arabia Saudita per gli show negli Emirati.

Insomma, sembra esserci davvero un enorme caos all'interno della federazione di Stamford, che in questo momento sembra stia vivendo una vera e propria "guerra civile" in cui i contendenti arrivano proprio dal suo interno.