Il governatore della Florida considera la WWE come servizio essenziale



by   |  LETTURE 1835

Il governatore della Florida considera la WWE come servizio essenziale

Negli ultimi mesi e soprattutto ultime settimane, c'è stato un gran parlare di come la WWE abbia continuato nonostante la pandemia globale da COVID-19 a registrare o addirittura mandare in onda live, i suoi show settimanali dal Performance Center di Orlando, contravvenendo apparentemente a quelle che erano le regole stabilite dallo stato della Florida, che aveva vietato ogni tipo di lavoro da parte di aziende, servizi o business non indispensabili e rinchiudendo quindi in casa tutte le persone che non svolgono appunto un lavoro di indispensabile utilità e quindi a quanto pare anche i wrestler e la WWE.

Secondo quanto riportato nella giornata di ieri dal sindaco della Orange County Jerry Demings, contea che fa parte dello stato della California ma che è comunque strettamente gemellato a quello della Florida, non sarebbe così, visto che la WWE sarebbe stata considerata "servizio essenziale" dal governatore della Florida Rick Desantis, che ha così permesso a Vince McMahon e tutta la sua crew di continuare a trasmettere i propri show dal PC di Orlando, a differenza di molti altri programmi tv invece bloccati.
Durante la sua ultima conferenza stampa, il sindaco Demings ha così parlato della situazione della WWE, dicendo:

"Io penso che inizialmente fosse stata fatta una prima stesura del decreto, in cui loro (la WWE ndr), non rientravano tra i servizi essenziali.

Dopo alcune conversazioni con l'ufficio del governatore riguardo gli ordini dello stesso capo dello stato, sono invece stati annoverati tra i business essenziali. E quindi, ovviamente, gli è stato consentito di rimanere aperti"