La WWE sarà costretta a fermarsi dopo WrestleMania? Ecco gli ultimi aggiornamenti


by   |  LETTURE 1783
La WWE sarà costretta a fermarsi dopo WrestleMania? Ecco gli ultimi aggiornamenti

La WWE sta facendo di tutto per affrontare l'emergenza sanitaria in atto, registrando in anticipo tutte le puntate di Raw, SmackDown, NXT, e persino WrestleMania 36, al Performance Center di Orlando. La situazione è in continua fase di evoluzione e al momento non è possibile stabilire una data precisa del ritorno alla normalità, ma l'ultima ordinanza emessa dal governatore della Florida potrebbe costringere la Compagnia a fermarsi.

Stando a quanto riportato da NBC News, infatti, Ron DeSantis ha esplicitamente chiesto a tutti i residenti in Florida di rimanere chiusi in casa per almeno 30 giorni. L'ordinanza è entrata in vigore nella giorna di ieri e riguarda anche tutte quelle attività non considerate essenziali.

A meno che la WWE non riesca in qualche modo a rientrare in tale categoria, l'ultimo show che i fan potranno vedere in TV sarà la puntata di NXT dell'8 aprile (anche questa già registrata in anticipo).

Sarà dunque interessante capire se la Compagnia sceglierà una nuova location per effettuare le registrazioni o se deciderà di concedere al roster una "off season", mandando in onda repliche di eventi passati.

Lo scenario attuale è talmente preoccupante e confusario che la WWE non sta minimamente pensando all'edizione di quest'anno di SummerSlam, in programma il 23 agosto al TD Garden di Boston. Nonostante tutto la dirigenza spera di poter tornare a fare show con pubblico a partire dal 1 maggio, data in cui è pubblicizzata la puntata di SmackDown in diretta da Albany, New York (e di cui i biglietti sono regolarmente in vendita online).