WWE, alcuni wrestler sono preoccupati per il loro posto di lavoro


by   |  LETTURE 7006
WWE, alcuni wrestler sono preoccupati per il loro posto di lavoro

Il momento che sta vivendo la WWE è uno tra i più delicati della sua storia: a causa, infatti, del Coronavirus la situazione è molto fumosa. Il motivo per cui la fedrazione di Stamford sta attraversando un momento così buio è da imputare alle mancate entrate econimiche, causate, proprio, dal COVID-19: i Live Event, infatti, sono sospesi e gli show settimanali di Raw e SmackDown, così come WrestleMania 36, saranno senza pubblico, fino alla mancata cerimona della Hall of Hame ed il rallentamento del merchandising.

Secondo quanto riporta il Wrestling Observer, infatti, molte Superstar della compagnia sono preoccupate per il loro futuro e hanno paura che presto la loro permanenza all'interno della federazione venga messa in discussione.

"Ora come ora, se venissimo licenziati non saremmo neanche sicuri di essere messi sotto contratto con la AEW, dato che anche loro stanno attraversando la medesima situazione", è il pensiero comune tra le star.

Trapela, però, ormai da parecchio tempo, la voce secondo la quale Vince McMahon, proprio per il timore di perdere i propri atleti, abbia fatto firmare dei contratti economicamente vantaggiosi anche per atleti che solitamente occupano la mid-low card.

Questa gioia, però, potrebbe durare pochissimo: se la situazione dovesse continuare in questo modo, anche questi contratti dovranno essere necessariamente ritoccati verso il basso con tutto quello che questo potrebbe comportare.