L'assenza di Roman Reigns dalla WWE potrebbe essere più lunga del previsto?


by   |  LETTURE 2995
L'assenza di Roman Reigns dalla WWE potrebbe essere più lunga del previsto?

Uno dei clamorosi rumors che ha riempito le giornate della settimana che si è appena conclusa è stata la rimozione da parte della WWE dell'ex campione assoluto della compagnia Roman Reigns, dal suo match di Wrestlemania contro Bill Goldberg, valido per il titolo Universale di Smackdown, nella quale dovrebbe essere stato sostituito da Braun Strowman, nell'edizione numero 36 di Wrestlemania, che è stata già registrata alcuni giorni fa dal Performance Center di Orlando.

A quanto pare, per il momento, nessuna fonte ufficiale ha confermato tale assenza, proprio come quelle di The Miz, Andrade, Asuka o i fratelli Usos. Secondo quanto continua ad affermare, però, il solito Dave Meltzer del Wrestling Observer, l'assenza dell'ex WWE Champion sarebbe ormai certa e non solo per Wrestlemania, ma per un periodo che appare sempre più incerto e lungo del previsto, che potrebbe protrarsi nel tempo per i mesi a venire.
Nell'ultima edizione radiofonica della nota Newsletter del Wrestling Observer, infatti, Meltzer ha dichiarato che:

"Un'altra cosa che mi è stata riportata ieri da qualcuno è che voi sapete, realizzate che non ci saranno tutti e due quei ragazzi (Daniel Bryan e Roman Reigns ndr), ma certamente per Roman Reigns la cosa più probabile - e sono sicuro che non succederà - ma, realisticamente, lui non apparirà probabilmente per un periodo molto lungo adesso.

Questa non è questione di Wrestlemania, questa è una cosa che andrà ben oltre Wrestlemania. Fino a che la cosa non sarà sotto controllo ed io non parlo di essere sotto controllo abbastanza da far riaprire i ristoranti, ma sotto controllo in maniera definitiva o perchè deve essere uscito un vaccino e spero sia abbastanza presto"

Secondo il noto giornalista dell'Observer, quindi, Roman Reigns potrebbe non presentarsi sui ring della WWE fino a che questa pandemia da Coronavirus non sia passata del tutto, cercando di non rischiare neanche un minimo, aspettando quindi l'uscita di un vaccino certificato o che la situazione sia ormai diventata innocua anche per lui, che come è noto non ha un sistema immunitario molto forte.