Caos nel backstage della WWE: ecco perché Roman Reigns non sarà a WrestleMania



by   |  LETTURE 8504

Caos nel backstage della WWE: ecco perché Roman Reigns non sarà a WrestleMania

Questa particolarissima edizione di WrestleMania ha subìto l'aggiunta di un'ulteriore controversia questa mattina, quando Ryan Satin del Pro Wrestling Sheet ha rivelato che Roman Reigns non combatterà a WrestleMania 36 e che il suo match contro Goldberg è stato annullato.

A quanto pare la situazione del COVID-19 avrebbe spinto il Big Dog a tornare a casa e la WWE ha dovuto trovare un nuovo sfidante per il titolo universale, che sarà comunque difeso allo Showcase of the Immortals. Ricordiamo che entrambe le serate di WrestleMania sarebbero già state registrate dalla WWE questa settimana.

Ma qual è il vero motivo per cui Roman Reigns ha deciso di non esibirsi? Pare, infatti, che l'ex membro dello Shield era presente alle registrazioni di SmackDown e di WrestleMania che la WWE ha organizzato al Performance Center a partire dallo scorso weekend, ma ci sarebbero stati dei problemi nel backstage che lo avrebbero convinto a tornare a casa, come rivela Dave Meltzer del Wrestling Observer.

Secondo queste voci The Miz (che a sua volta non avrebbe combattuto a WrestleMania) si sarebbe presentato alle registrazioni "malato", probabilmente con sintomi influenzali; questo avrebbe causato la rabbia degli Usos, che avrebbero duvuto lavorare assieme a lui, ed il cugino Roman Reigns, per sostegno, avrebbe preso la decisione di tornare a casa e di non continuare a lavorare in via precauzionale.

Già da alcuni giorni si vociferava che molte Superstar fossero riluttanti nel procedere con WrestleMania in una situazione come questa, sperando nel rinvio, perciò questi nuovi aggiornamenti non sarebbero altro che un effetto di un sentimento crescente delle ultime settimane.