WWE, i progetti per Samoa Joe dopo la sospensione


by   |  LETTURE 2304
WWE, i progetti per Samoa Joe dopo la sospensione

Arrivano buone notizie per Samoa Joe che era stato sospeso per 30 giorni a causa della prima violazione del Wellness Program. Il lottatore samoano, che nel frattempo si era anche infortunato mentre stava girando uno spot pubblicitario per la WWE, potrebbe, secondo quanto scrive Wrestlingnews, ritornare a WrestleMania 36.

Per lui al momento non è in programma nessun match né tanto meno una storyline, tuttavia non è da escludere a priori la possibilità di un suo intervento nel match tra Seth Rollins e Kevin Owens.

Ricordiamo, infatti, che il wrestler samoano aveva iniziato un'alleanza con il canadese ed i Viking Raiders per fronteggiare la stable composta dall'ex Architetto dello Shield, Muprhy e gli AOP, salvo poi sparire dai radar a causa di questa sospensione.

Qualora non dovesse comparire nel PPV più importante dell'anno, non è da escludere che possa prendere parte ai tapings per la prima puntata di Raw post Grandaddy Of Them All, magari iniziando una nuova faida che lo potrebbe vedere contrapposto ad un heel: al momento, infatti, il suo status è quello di un babyface, così come quello di Owens.

Riguardo alla sua sospensione per la violazione del Wellness Program è circolato un rumor davvero particolare: alcuni infatti, ha accusato la WWE di mantenere nascosti alcuni test falliti in passato da parte di alcuni atleti.

Il motivo di questa presunta scelta andrebbe ricercato nel fatto che, se un wrestler trovato positivo fosse impegnato in una storyline importante, risulterebbe deleterio farlo sparire di punto in bianco on screen per almeno 4 settimane.

Alcuni, dunque, sostengono che la compagnia abbia mantenuti segreti alcuni risultati per poi far uscire la notizia nel momento opportuno. In tal senso, il caso-Andrade potrebbe essere un altro piccolo indizio.