Funerali di Rocky Johnson: nuovi retroscena sulla vicenda McMahon-Patterson


by   |  LETTURE 4090
Funerali di Rocky Johnson: nuovi retroscena sulla vicenda McMahon-Patterson

Durante la giornata di ieri siamo stati costretti a riportarvi una notizia abbastanza incresciosa, con la quale comunicavamo ai nostri lettori la possibilità che il Chairman della WWE Vince McMahon ed uno degli officer della compagnia più storici, nonchè il primo campione intercontinentale della storia della WWE, Pat Patterson, si fossero presentati alla cerimonia funebre del WWE Hall of Famer Rocky Johnson (padre di The Rock), in uno stato abbastanza alterato, probabilmente per via dell'acool.

Secondo quanto riportato da alcune fonti presenti alla cerimonia, difatti, i due personaggi di spicco della compagnia avrebbero tenuto dei discorsi abbastanza strani per quello che è lo standard delle cerimonie funebri, lasciando intendere di non essere abbastanza in sè in quel momento.
Un'altra fonte però, Al Rosen, miglior amico di Rocky Johnson, ha voluto spezzare una lancia in favore di McMahon e Patterson, dicendo ai microfoni della trasmissione Hannibal, come i discorsi dei due siano stati apprezzati dalla famiglia Johnson e che nulla di strano ci sia stato nei loro coinvolgimenti, dicendo:

"Vince è stato sintetico, ma molto diretto.

Ha detto probabilmente quello che Rocky avrebbe voluto sentir dire da qualcuno su di lui. Era un ragazzo talentuoso, un lavoratore fortunato e la migliore cosa che abbia mai fatto - che mi ha anche confermato centinaia di volte - era stato sposare Ata ed avere un bambino di nome Dwayne.

Lui parlava spesso anche degli altri due figli. Avrebbe detto 'Voglio essere ricordato come un padre, un marito ed un amico ed un lavoratore.'
Pat ha usato un linguaggio troppo colorito per una chiesa? Come io sto parlando con te e dico 'dannazione', senza che pensi nulla del genere.

Lui stava dicendo 'Rocky ha fatto questo dannazione' e 'Sì, lo abbiamo fatto, me**a', ma lo hanno sentito anche il prete ed il suo assistente senza dire nulla. La gente dice che lo abbiano fatto scendere dal palco.

No, è da lì che è nata questa storia. Gli hanno spento il microfono. Il ragazzo seduto dietro di loro ha spento il microfono e Pat ha detto un'atra frase mentre andava via. Non ha detto nulla di blasfemo nè di irrispettoso verso nessuno. Ha semplicemente detto dannazione. '