Daniel Bryan ha chiesto alla WWE di non sfidare The Fiend a TLC: i motivi


by   |  LETTURE 7632
Daniel Bryan ha chiesto alla WWE di non sfidare The Fiend a TLC: i motivi

Come abbiamo potuto vedere, uno dei temi caldi della passata settimana è stato un cambio di programma inatteso in vista di TLC per quanto riguarda una delle storyline più seguite al momento in quel di SmackDown.

Daniel Bryan, infatti, risulta sparito dalla puntata precedente (dopo essere stato "inghiottito" nel ring da The Fiend, che ne è fuoriuscito con ciocche di capelli e barba), mentre questo venerdì un The Miz sempre più in apprensione nei confronti del collega si è rivolto direttamente a Bray Wyatt, con quest'ultimo che gli ha offerto di "giocare con lui" al posto proprio di Daniel Bryan.

Come abbiamo avuto modo di capire, questo match vedrà The Miz lottare con Bray Wyatt non nella sua versione The Fiend, e almeno al momento il titolo di Universal Champion non sembra essere in palio. Intanto però sono arrivate delle possibili spiegazioni sul perché la WWE abbia deciso di rimandare la rivincita titolata tra The Fiend e Daniel Bryan, e a quanto pare i motivi sarebbero da ricondurre proprio alla volontà di quest'ultimo, e a una sua esplicita richiesta.

"Originariamente il match di TLC sarebbe dovuto essere tra Bray Wyatt e Daniel Bryan - ha spiegato Dave Meltzer sulla sua 'Wrestling Observer Radio' -, ma Bryan ha spinto perché questo match fosse posticipato.

Ritiene che disputarlo a TLC sia troppo presto, rispetto a come la storyline si è evoluta fin qui. La mia impressione è che anche Daniel sia molto coinvolto a livello creativo nella storyline che lo riguarda, e sinceramente al suo posto lo sarei anch'io.

Per come l'hanno sviluppata fin qui, se arrivasse qualcuno a rovinare tutto sarebbe davvero un peccato" "L'unico motivo per cui Bray in questo ppv affronterà The Miz è questo, perché Daniel Bryan si è tirato indietro per questioni solo ed esclusivamente legate allo sviluppo narrativo della storyline, e la WWE si è detta d'accordo con il suo punto di vista", ha aggiunto Meltzer.