WWE, Vince McMahon cambia strategia per combattere i cali di vendita di ppv


by   |  LETTURE 1225
WWE, Vince McMahon cambia strategia per combattere i cali di vendita di ppv

Controllare una compagnia estesa come la WWE non è di certo una cosa facile, soprattutto se bisogna dare conto ad azionisti, investitori, dirigenti di importanti emittenti televisive, senza mai tralasciare anche principati arabi, presidenti di stato, politici vari e persone che controllano che tutto ciò che viene messo in tv sia adatto al target di pubblico al quale viene proposto.

Durante gli ultimi anni, la WWE ha dovuto puntare forte anche su un'altra piattaforma che fosse quasi completamente differente rispetto a quella che è la TV. Questo progetto, che è ormai arrivato in tutto il mondo si chiama WWE Network.
Il canale on demand visibile su tutti i dispositivi mobili e non, è una delle ultime chicche che la WWE ha immesso nel mercato della compagnia e con il quale ultimamente sembra riuscire a fare più soldi rispetto al resto dei canali più consolidati di vendita dei pay-per-view.
Secondo quanto riportato dal Wrestling Observer, il patron della WWE avrebbe pensato di cambiare strategia sul mercato dei ppv, avendo ormai capito che le vendite dei singoli ppv non tirano più tra i fan e anzi sembrano essere quasi assenti nell'ultimo periodo, facendo sì che la compagnia punti attualmente quasi solo interamente sul Network per quelle che solo le pubblicità e le esclusive per i fan.
Come detto nell'ultimo episodio della trasmissione radiofonica del Wrestling Observer Newsletter, infatti:

"La nuova filosofia di McMahon è che i ppv sono solo legati alle iscrizioni al network, a differenza del business dei soli ppv che ormai è limitata.

Quello che si pensa è che si punterà tutto sulle nuove iscrizioni, che sono molto più alte nel giorno precendente ai ppv e non prima."

Ovviamente tale ragionamento poteva essere fatto anche anni addietro, quando il Network aveva già debuttato sul suolo americano, confrontando i costi dell'abbonamento mensile del canale WWE con i costi per i ppv singoli.

Una differenza veramente esagerata tra l'offerta quasi infinita del Network e quella dei normali canali on-demand che vendevano il solo ppv di tre ore quasi allo stesso prezzo.
Staremo a vedere se la WWE cambierà qualcosa anche sul Network adesso che ha deciso di puntarci tutto o se il livello rimarrà lo stesso.