"La WWE non manderà mai via Renee Young": Jon Moxley spiega il perché


by   |  LETTURE 6097
"La WWE non manderà mai via Renee Young": Jon Moxley spiega il perché

Renee Young e Jonathan Good (cioè Dean Ambrose, com'era noto in WWE, o Jon Moxley, com'è tornato a farsi chiamare ora che ha detto addio alla compagnia di Stamford diventando uno dei pilastri della AEW) rappresentano una delle coppie più solide del panorama del wrestling mondiale.

Il loro matrimonio funziona a gonfie vele, nonostante lavorino per due federazioni in dichiarata concorrenza, e in diverse circostanze hanno raccontato come la loro vita privata funzioni in maniera piuttosto diversa rispetto a come ci si potrebbe aspettare, specie conoscendo il personaggio interpretato da Jon quando sale sul ring.

Nei mesi, però, sono sorte diverse domande sul presente e soprattutto il futuro della bella Renee, con tanti appassionati e qualche addetto ai lavori che si domandavano se per lei potessero presentarsi dei problemi nel proseguire il lavoro in WWE, dato che l'ex campione di SmackDown Dean Ambrose ora è diventato una sorta di nemico giurato della compagnia di proprietà di Vince McMahon.

Ebbene, il diretto interessato si è detto convinto che tutto questo non succederà. Un'opinione suffragata dai fatti, visto che alla conduttrice canadese è stato affidato uno dei prodotti WWE in pieno lancio, vale a dire il contenitore 'WWE Backstage', la trasmissione di approfondimento del martedì sera che ha reso possibile l'attesissimo e a lungo impronosticabile ritorno di CM Punk.

"Lei è intoccabile, è assolutamente insostituibile negli equilibri della WWE - ha infatti dichiarato nel corso di una lunga intervista concessa a Chris Van Vliet -. In WWE occupa una posizione che nessun'altra persona potrebbe ricoprire, quindi è tutto a posto.

Non glien'è fregato assolutamente nulla anche di tutto quello che ho detto contro la compagnia, e non abbiamo paura di ritorsioni. Non ce ne saranno"