Vince McMahon cambia idea: torna in WWE una parola "proibita" per anni?


by   |  LETTURE 12508
Vince McMahon cambia idea: torna in WWE una parola "proibita" per anni?

Sappiamo bene che Vince McMahon si trascina ormai da anni alcune strane convinzioni sulla gestione della sua WWE, e anche quanto siano importanti per lui le parole. Questo ha fatto sì che diversi termini anche molto importanti della disciplina siano stati vietati, tanto ai lottatori quanto ai telecronisti nell'arco del tempo.

A farne le spese sono stati in tanti: i giornalisti che si occuperanno di WrestleMania 36, per esempio, hanno già ricevuto un elenco delle parole che non potranno utilizzare nel corso del loro lavoro, mentre Mick Foley in passato ha raccontato di una sfuriata dello stesso Vince ai danni di Braun Strowman, "reo" di aver chiesto in diretta a Raw "una title shot" invece che un "title match" nel periodo in cui General Manager dello show rosso era proprio l'Hardcore Legend.

Ebbene, con il trascorrere del tempo sembra proprio che Vince si sia piuttosto ammorbidito sul tema. Dopo aver recentemente riammesso il termine "belt" come alternativo a "title" (ne sa qualcosa "Becky Two Belts"), sembra ora essere giunta un'altra piccola rivoluzione.

Ancora più importante, però, dato che a quanto pare in WWE si tornerà a poter parlare di "wrestler" Per quanto possa sembrare folle, infatti, in WWE non si parla mai di "wrestler", ma solo di "WWE Superstar" o più in generale di "sport entertainer"

Ebbene, tutto questo non sembra più essere così, dato che Dave Meltzer del 'Wrestling Observer' ha confermato via Twitter a un utente che tale divieto è stato abolito:


E a quanto pare c'è qualcuno che potrebbe aver personalmente convinto Vince a prendere una decisione così importante: Dash Wilder.

L'esponente dei Revival ha infatti scritto a sua volta in un tweet "Prego a tutti voi, gente" Un post che sembra quindi suggerire che ci abbia messo lui la sua mano: