WWE pronta a reintrodurre una regola che era appena stata abolita



by   |  LETTURE 7863

WWE pronta a reintrodurre una regola che era appena stata abolita

Si dice che una buona idea diventa ottima nel momento in cui chi l'ha avuta è disposto a cambiarla nel giro di poco, se non pochissimo tempo. E in casa WWE pare che ci si stia per trovare di fronte a un nuovo ribaltone, con una regola storica che potrebbe essere reintrodotto meno di un anno dopo essere stata abolita.

Tra le diverse innovazioni introdotte nel delicatissimo mese di dicembre 2018 (quando di fatto si abolirono i General Manager di Raw e SmackDown, la famiglia McMahon riprese il controllo totale di Raw e SmackDown e di lì a qualche tempo si andò anche verso la criticatissima Wild Card Rule), spiccava infatti l'abolizione della famigerata "clausola automatica di rematch".

In altre parole fu cancellata quella regola non necessariamente scritta secondo cui un campione, dopo aver ceduto la sua cintura a un nuovo sfidante, aveva il diritto di fare almeno un altro incontro per tentare di reimpadronirsi del suo titolo.

Da allora, però, l'applicazione di questa regola è stata decisamente altalenante e arbitraria, dando vita a situazioni a dir poco contradditorie (si pensi a quanto avvenuto nel passaggio del titolo di Universal Champion da Brock Lesnar a Seth Rollins e viceversa, con il primo che per avere un rematch dovette conquistare la valigetta del Money in the Bank e il secondo costretto ad aggiudicarsi una 10-man Battle Royal per tornare a sfidare The Beast Incarnate. Sintomatico anche il caso di Kofi Kingston, sparito da un giorno all'altro dal giro del WWE Championship dopo un regno di sei mesi).

Ebbene, sembra proprio che la WWE abbia deciso di tornare sui suoi stessi passi: secondo quanto sostenuto da Dave Meltzer sulla sua 'Wrestling Observer Radio', infatti, l'idea della compagnia è quella di reintrodurre ben presto la clausola automatica di rematch, anche se bisognerà capire se questo sarà fatto in maniera ufficiale (magari tramite un annuncio) o se in maniera silenziosa.

In quel caso, probabilmente, qualcuno dovrà a quel punto spiegare al buon Kofi per quale motivo gli sia stata negata ogni possibilità di riprendersi quel titolo perso in 8 secondi dopo averlo difeso in lungo e in largo da WrestleMania 35 alla fatidica prima puntata di SmackDown sulla Fox, lo scorso 4 ottobre.