Altro rumor killer in WWE: una campionessa potrebbe andarsene?



by   |  LETTURE 6109

Altro rumor killer in WWE: una campionessa potrebbe andarsene?

Non si placano le notizie riguardanti le numerose arie di addio in seno alla compagnia numero uno di wrestling al mondo, la WWE. Come riportato durante le scorse ore, anche uno dei volti più importanti degli ultimi 20 anni della federazione, Rey Myesterio, potrebbe terminare prima i suoi impegni con la federazione grazie ad una clausola speciale del proprio contratto firmato con la federazione.

In molti sono infatti i wrestler che sono scontenti del proprio utilizzo sui ring dei McMahon e se in molti hanno già esternato questi sentimenti (ad esempio Dolph Ziggler, i Kanellis o i Revival), in altrettanti hanno poi sottoscritto un nuovo contratto con la federazione, aumentando il proprio ingaggio e siglando un accordo pluriennale nonostante i dissidi.
Potrebbe essere questo il caso di Asuka, una metà delle campionesse di coppia femminili della WWE, che secondo alcune fonti interne alla WWE avrebbe voglia di tornare nella sua terra natia, per tornare a combattere sui ring delle federazioni indipendenti, da dove la WWE l'ha scoperta e assunta.

Secondo il ben informato Dave Meltzer, però, tale indiscrezione potrebbe essere infondata, in quanto la lottatrice si troverebbe meravigliosamente bene negli Stati Uniti e questo sarebbe quindi solo un rumor che non trova riscontri nella realtà, ma sono solo chiacchiere di backstage.

Durante l'ultimo episodio del Wrestling Observer Radio Show, Meltzer ha infatti detto:

"Ho sentito delle voci che danno Asuka in partenza, ma la mia impressione è che Asuka sia molto felice in questo paese."

Come al solito non si sa la verità da che parte sia, ma finora Asuka è sempre stata trattata in maniera molto professionale da parte della dirigenza WWE, che le ha regalato inizialmente una striscia di imbattibilità invidiabile sui propri ring e che adesso le ha anche regalato un regno titolato non indifferente come campionessa di coppia femminile.