WWE: i fatti dell'Arabia Saudita hanno cambiato il destino di Natalya a Raw


by   |  LETTURE 6240
WWE: i fatti dell'Arabia Saudita hanno cambiato il destino di Natalya a Raw

Crown Jewel 2019 sembra proprio essere stato un evento con molte più conseguenze sulle storyline della WWE rispetto a tutti gli eventi in Arabia Saudita che lo hanno preceduto (e che nella maggior parte dei casi hanno costituito poco più che una breve interruzione dei fili narrativi della compagnia).

L'ultima Superstar a viverne le conseguenze è stata Natalya, anche se in questo caso il termine più corretto da usare è "beneficiarne": la lottatrice canadese ha infatti ottenuto una grandissima attenzione mediatica in America dopo il suo storico match di Riyadh contro Lacey Evans, e tra Stati Uniti e Canada è stata inondata da un autentico uragano di elogi da parte di giornali e televisioni per la prestazione sul ring e soprattutto per l'impatto emotivo avuto in un momento tanto storico, che ha ispirato bambine, ragazze e donne del Paese mediorientale.

Per questo motivo, poi, è arrivata per lei a Raw una vittoria che originariamente non ci doveva essere: secondo quanto scoperto dalla 'Wrestling Observer Newsletter', infatti, il Tag Team Match femminile visto lunedì a Long Island doveva concludersi con il successo delle Kabuki Warriors ai danni del duo composto da Charlotte Flair e la stessa Natalya, ma poi la WWE ha deciso di cambiare idea man mano che ci si avvicinava alla messa in onda dello show.

A quanto pare, infatti, a Stamford si sono resi conto che far perdere l'eroina di Crown Jewel nel suo primo match dopo il ritorno a casa sarebbe stato un errore, pertanto si è deciso non solo di modificare il team vincente ma di concedere anche la sottomissione decisiva proprio a Nattie.

Pur di preservare lo status delle attuali campionesse di coppia pare che si fosse anche valutato di non mandarle contro Natalya, bensì di organizzare un match singolo tra Asuka e Becky Lynch, ma poi non se n'è fatto nulla.