Ecco perché la WWE ha deciso di rimandare Brock Lesnar a Raw


by   |  LETTURE 11751
Ecco perché la WWE ha deciso di rimandare Brock Lesnar a Raw

Brock Lesnar è di nuovo una Superstar di Raw, dopo essersi presentato al pubblico di SmackDown sulla Fox conquistando il titolo di WWE Champion in pochi secondi ed essere in seguito stato scelto come pick numero 1 nel Draft dal roster blu.

Tutto questo è stato però spazzato via dalla storyline, con Paul Heyman che ci ha spiegato a Raw che il contratto della Bestia con la WWE gli permetteva questo tipo di scelta anche a causa degli spostamenti di Alexa Bliss e Nikki Cross, e che soprattutto il suo desiderio di tornare a Raw nasceva dalla volontà di vendicarsi su Rey Mysterio, che invece non può abbandonare Raw.

Questo è ciò che è stato raccontato in storyline, ma la verità sembra essere leggermente diversa. E a raccontarla è stata una fonte interna alla WWE e quindi piuttosto affidabile: stiamo parlando di Corey Graves, che da anni è stato responsabile delle telecronache di ogni singolo match disputato dall'attuale WWE Champion.

"Egoisticamente il passaggio di Brock Lesnar a Raw non mi piace affatto - ha ammesso la seconda voce di SmackDown in un suo intervento nel podcast della WWE, 'After The Bell' -. Non mi piace perché sono un grandissimo fan di Brock Lesnar, mi piace commentare i suoi match, mi piace guardare quello che fa.

Ma penso abbiano deciderlo di legarlo al brand rosso del lunedì sera per permettere al suo avvocato di fare qualche viaggio in meno" Non dimentichiamoci infatti che Paul Heyman, oltre che l'eterno manager di Brock Lesnar, ora lavora a Raw come Direttore Esecutivo: "Suppongo che il motivo per cui Brock abbia deciso di raggiungere Heyman a Raw nasca da questo motivo, rendere la vita più facile a Paul e risparmiargli qualche impegno di troppo.

Dico questo perché nella vita di ogni giorno, quando non deve dare vita al suo personaggio, Brock è un essere umano estremamente benevolo e nient'altro"