Hulk Hogan "salvato" da Brock Lesnar: i fatti del viaggio verso Crown Jewel



by   |  LETTURE 10393

Hulk Hogan "salvato" da Brock Lesnar: i fatti del viaggio verso Crown Jewel

Come abbiamo avuto modo di capire, il viaggio di Hulk Hogan dall'America all'Arabia Saudita per Crown Jewel ha avuto qualche contrattempo di troppo. E dopo qualche ora di confusione è stata fatta maggiore chiarezza su ciò che è realmente avvenuto nei gelidi cieli sopra l'Europa e soprattutto dopo l'atterraggio d'emergenza avvenuto in Islanda.

'PWInsider' ha infatti riferito di aver appreso qualche dettaglio in più sulla disavventura del Real American e del suo compagno di viaggio Jimmy Hart. I due sono partiti dall'America alla volta di Riyadh con il jet privato di Hogan, che peraltro ha anche documentato il tutto su Facebook. Per qualche motivo, però, le ruote del velivolo si sono rotte e questo ha costretto il pilota a un atterraggio di emergenza che appunto è avvenuto in Islanda (in condizioni meteo peraltro piuttosto precarie).

La fortuna di Hogan è che anche Brock Lesnar si trovava in quel momento in Islanda, dato che il suo jet privato stava probabilmente effettuando un rifornimento. Questo dettaglio peraltro zittisce una volta per tutte la voce secondo cui il WWE Champion avrebbe intrapreso tale viaggio nel charter allestito dalla WWE stessa con tutti gli altri lottatori.

In altre parole, Hogan ha appreso della presenza di Lesnar nello stesso Paese in cui il suo aereo era dovuto atterrare per motivi di emergenza. Questo ha permesso a lui e a Jimmy Hart di raggiungere il mezzo del Beast Incarnate, che li ha regolarmente portati tutti insieme in Arabia Saudita. Dopo un viaggio, però, quantomeno da ricordare (o da dimenticare, a seconda dei punti di vista).