Fan furiosi per il main event di Hell in a Cell: la WWE spiega il finale


by   |  LETTURE 6935
Fan furiosi per il main event di Hell in a Cell: la WWE spiega il finale

Hell in a Cell 2019 è un evento che di sicuro farà discutere per moltissimo tempo, non tanto per la sua costruzione (abbastanza altalenante) quanto per la realizzazione, con il main event che ha diviso i fan a casa ed ha fatto infuriare il pubblico di Sacramento.

L'inteso Hell in a Cell Match tra The Fiend e Seth Rollins valido per il titolo universale non ha avuto un vero e proprio finale, il che ha consentito all'Architect di mantenere la cintura. Nello specifico, l'incontro è terminato quando Seth Rollins ha colpito Bray Wyatt sul volto con un martello, un'azione che ha spinto l'arbitro a fermare la contesa.

Il pubblico ha immediatamente avuto da ridere sulla mancata conquista dello Universal Championship da parte di The Fiend, ma soprattutto non ha apprezzato che un Hell in a Cell Match sia finito in squalifica. Su questo la WWE ha deciso di mettere le cose in chiaro, spiegando a tutti cosa è realmente successo nel main event: il match, infatti, non sarebbe terminato in squalifica ma sarebbe semplicemente stato fermato quando l'azione è andata fuori da ogni controllo.

Ecco quali sono state le parole della federazione di Stamford usate per descrivere il controverso main event: "Sentendo che ogni limite stava per essere superato, l'arbitro ha provato ad impedire a Seth Rollins di usare il martello.

Ma The Beastslayer l'ha usato lo stesso, portando l'attrezzo verso il cumulo di oggetti, causando la decisione dell'arbitro di fermare il match mentre un team di medici si è andato a sincerare delle condizioni di Wyatt.

Rollins, che era chiaramente in preda alla follia, ha poi commesso l'errore di sottovalutare il suo nemico al suolo e si è velocemente ritrovato nelle fauci della Mandible Claw di Wyatt che ha continuato il suo attacco".