WWE 24/7 Title: nuovo campione riscrive la storia (e neanche è un wrestler)


by   |  LETTURE 1845
WWE 24/7 Title: nuovo campione riscrive la storia (e neanche è un wrestler)

Il lunedì notte di New York ha regalato un altro doppio cambio di campione per quanto riguarda il titolo di WWE 24/7 Title. Ma questa volta Raw non c'entra, visto che i fatti si sono verificati nel corso di Main Event.

Protagonista assoluto del segmento è stato Enes Kanter, presentato da Charly Caruso come "un ex giocatore dei New York Knicks" davanti al pubblico che negli anni scorsi aveva fatto il tifo per lui, quello del Madison Square Garden.

Peccato che il gigantesco centro, ex stella della nazionale turca (che già in passato si era mostrato interessato a una possibile carriera nel wrestling), sia appena passato ai grandi rivali dei Boston Celtics, dopo alcuni mesi a Portland.

Insomma, il pubblico newyorkese l'ha accolto tutt'altro che bene, fino all'arrivo di R-Truth, che li ha invitati ad andarci piano con colui che ha definito "un suo amico" E "l'amico" l'ha quasi immediatamente steso con una clothesline piuttosto maleseguita, laureandosi nuovo 24/7 Champion e mostrando subito dopo la canotta dei Celtics (che a questo punto dobbiamo presumere siano heel).

Il suo trionfo è però durato appena qualche secondo, dato che R-Truth lo ha sorpreso con un roll-up tornando campione e dando inizio al suo quindicesimo regno da 24/7 Champion. L'accaduto, nonostante si sia verificato a Main Event, è stato mandato in onda a Raw in un video, eccolo:



Il regno lampo di Enes Kanter ha però fatto in tempo a riscrivere alcuni record della giovane storia del 24/7 Championship: intanto si tratta del primo turco a conquistarlo (e anche il primo nativo svizzero, nonostante la presenza in WWE di Cesaro), ma soprattutto del campione più alto della storia.

Kanter è infatti un marcantonio di 211 cm, 13 in più rispetto a Titus O'Neil che conservava tale primato da maggio. Resiste invece il regno più breve della storia: è il primo di Jinder Mahal, durato soli 11 secondi mentre Kanter è riuscito a resistere per "ben" 24 secondi.