Vergognoso tweet di Dolph Ziggler su Roman Reigns, poi le (tardive) scuse


by   |  LETTURE 8839
Vergognoso tweet di Dolph Ziggler su Roman Reigns, poi le (tardive) scuse

Difficile capire cosa stia frullando ultimamente nella testa di Dolph Ziggler, come spesso avviene quando un atleta è invischiato in una storyline che lo disegna come un personaggio e ancora di più una persona completamente a pezzi.

Sta di fatto che in queste ore è scoppiato un altro piccolo caso in WWE, che in qualsiasi modo stiano realmente le cose rimane comunque inaccettabile. Ziggler, pesantemente umiliato nel corso della settimana che ci siamo appena messi alle spalle (è successo sia a SummerSlam nel match contro Goldberg che a Raw, il giorno dopo, nel faccia a faccia con The Miz), ha infatti pubblicato un tweet in cui paragona il suo attuale stato di disgrazia con quello che è avvenuto l'anno scorso a Roman Reigns.

Se non fosse che il samoano non è stato inserito in una storyline che lo mette completamente in ridicolo (per quanto seccante possa essere), ma si è ritrovato a lottare contro la leucemia. Una malattia spesso, purtroppo, mortale.

Ma Ziggler ha deciso di ironizzare su tutto questo, con parole che non abbiamo timore di definire senza mezzi termini vergognose. Perché se è vero che tutti questi riferimenti potrebbero essere non alla sua malattia, ma agli attentati subiti nelle ultime settimane tra Raw e SmackDown, è impossibile non pensare al vero guaio capitato in questi mesi all'ex leader dello Shield, cioè appunto la leucemia.

"Per favore - ha scritto sul popolare social network -, tenete il Big D'Oh (gioco di parole con Big Dog, D'Oh è ovviamente l'esclamazione di disappunto resa celebre da Homer Simpson, ndr) nei vostri pensieri.

Recentemente ci sono un sacco di cose brutte che gli sono QUASI capitate. Non è stato accecato da un geloso HBK, dal marito di Maryse, o non è stato vergognosamente e ripetutamente abbattuto dalle spear da quello squilibrato essere umano del vecchio Goldberg.

Però THE Guy è lui" E a questo messaggio sono stati aggiunti due hashtag, traducibili con "preghiere" e "si vive una volta sola":


Che il popolo del web non abbia pensato ai misteriosi attacchi di queste settimane ma alla leucemia lo dimostra il fatto che inevitabilmente sulla testa di Ziggler è piovuto un autentico uragano di critiche, a cui il due volte World Heavyweight Champion ha provato a rispondere scusandosi tardivamente (ma senza cancellare il precedente tweet), dando la colpa all'alcool.

"Vi chiedo scusa, truppa. Sto semplicemente spassandomela durante un happy hour e ho quasi rovesciato tutto mentre stavo mandando quel tweet... QUASI. Penso che possiate dire che ho davvero 'romanato' tutto. Sapete, quando siete su una pagaia in mezzo a un torrente, o stringete il mondo nella vostra mano e per poco non mandate tutto all'aria":


Come interpretare tutto questo (anche in considerazioni delle voci secondo cui Dolph Ziggler vorrebbe andarsene da una WWE che non glielo permette)? Due le possibili chiavi di lettura: o il lottatore di Cleveland sta cercando un modo di farsi licenziare in tronco, oppure si tratta di una nuova storyline in cui la WWE ha deciso di coinvolgerlo e in cui se la vedrà con Roman Reigns (inevitabilmente prendendone ancora tantissime).

D'altra parte, anche se ultimamente lo abbiamo visto soprattutto a Raw, rimane un lottatore del roster di SmackDown... Quale che sia la verità, ribadiamo per l'ennesima volta un concetto che dovrebbe essere cristallino: con la leucemia di Roman Reigns NON SI SCHERZA.

Stiamo parlando di una malattia troppo delicata per poterla inserire nelle storyline della compagnia, una malattia che ogni giorno uccide persone su persone in tutto il mondo. E chiunque sia il responsabile (direttamente Dolph o il team creativo della WWE), evidentemente la vicenda di Dean Ambrose non gli ha insegnato nulla...