WWE Championship, Kofi Kingston spiega: l'odio con Randy Orton è reale?


by   |  LETTURE 2636
WWE Championship, Kofi Kingston spiega: l'odio con Randy Orton è reale?

La WWE ci sta raccontando che Kofi Kingston ha deciso di sfidare Randy Orton da WWE Champion, con il suo titolo in palio, per vendicarsi di fatti reali risalenti al 2009, quando l'ascoltatissimo Apex Predator convinse la compagnia ad arrestare il push del lottatore nato in Ghana: una versione che addirittura Orton ha confermato.

Da qui una domanda che è lecito porsi: ma quindi è tutto vero e la WWE ha deciso di sfruttare un effettivo precedente tra i due per costruirvi una storyline o per l'ennesima volta a Stamford hanno solo costruito una vicenda verosimile ma inventata? Una domanda a cui è difficile dare una risposta che sia sicuramente esatta, nonostante un'intervista sul tema concessa proprio da Kofi Kingston a 'The Ottawa Sun'

Al quotidiano canadese (ricordiamo che SummerSlam si terrà a Toronto) il membro del New Day ha confermato ciò che ha detto sul ring, e cioè che nel 2009 era pronto ad affacciarsi sulla scena del main event WWE e che non successe dopo una sorta di "bocciatura" da parte di Randy Orton presso le alte sfere della WWE.

"Per coloro che non lo sapessero - ha spiegato Kofi -, dieci anni fa nel 2009 ero pronto a sbarcare nel main event e le mie prove generali arrivarono in un match contro un pezzo grosso come Randy Orton. L'impressione era che la WWE fosse sul punto di concedermi un processo di crescita sempre più marcato, con main event e tutto, ma non successe.

Ho quindi scoperto che Randy Orton ha avuto un ruolo importante nel bloccare la mia esplosione, che poi mi ha portato a vincere titoli intercontinentali, degli Stati Uniti e di coppia, ma mai a disputare un solo match per il titolo mondiale.

Non è mai successo nel corso di dieci anni, prima della WrestleMania di quest'anno" Insomma: Kofi ha confermato tutto, anche se la sensazione che abbia concesso un'intervista "in gimmick" e rispettando la storyline in corso appare alta.

Anche ascoltando una sua successiva dichiarazione: "Sarà uno scontro fantastico. Io sono qui, da campione contro ogni pronostico, e Randy Orton è un po' seccato da tutto questo. Sul ring faremo fuoco e fiamme, sarà un incontro di grandissima intensità e non vedo l'ora di disputarlo"