SmackDown verso la Fox, Randy Orton scelto come uomo immagine della WWE?


by   |  LETTURE 2337
SmackDown verso la Fox, Randy Orton scelto come uomo immagine della WWE?

L'edizione 2019 di SummerSlam non sarà solo lo show più importante dell'estate WWE, ma porrà anche le basi per una piccola quanto importante rivoluzione: il passaggio di SmackDown sulla Fox. Com'è noto da tempo, infatti, il colosso delle comunicazioni americane e mondiali non vuole certo proporre uno show di interesse basso o anche solo medio, ma qualcosa che catturi le attenzioni della più ampia fetta di pubblico possibile.

E qualche primo indizio di ciò che vedremo a partire dal fatidico 4 ottobre potrebbe già scaturire dall'11 agosto, giorno in cui appunto sarà disputato SummerSlam in quel di Toronto. La strana storyline costruita nello show blu da Kofi Kingston (che ha in prima persona scelto di affrontare Randy Orton per fatti vecchi di 10 anni) potrebbe andare infatti esattamente in questa direzione: secondo Cain A Knight di 'Cageside Seats', tutta questa storyline ha in qualche modo lo scopo di rendere ancora più evidente al pubblico lo status di Randy Orton, che da ben oltre un decennio rappresenta un pezzo da novanta della WWE.

E tutto questo potrebbe quindi portare a un cambio di campione (che sia a SummerSlam o nei mesi successivi) in modo tale da consegnare alla Fox un nuovo prodotto che sia rappresentato da una figura ben riconoscibile da tutti i fan di oggi, da molti fan un po' meno giovani e anche da tante persone che poco conoscono il wrestling, ma che potrebbero certamente sapere chi è Randy Orton (fosse solo per i tantissimi meme e videomontaggi che lo hanno visto come protagonista nel corso degli anni).

Un pacchetto di fama, notorietà e riconoscibilità che invece Kofi Kingston non può vantare. In più avere un Randy Orton campione a ottobre, quando la Fox acquisirà SmackDown, permetterà di costruire una storia che nell'opinione di Cain A Knight è considerata la migliore possibile da Vince McMahon in persona: il Boss della WWE sarebbe infatti intenzionato a partire con un campione cattivo destinato nell'arco dei mesi a cedere il suo titolo a un eroe buono che, dopo mille difficoltà, lo riesca a battere.

Questo "eroe buono" non può che essere Roman Reigns e il suo migliore rivale possibile è stato identificato proprio in Randy Orton, che da questo punto di vista può funzionare molto meglio rispetto a Dolph Ziggler o Samoa Joe, figuriamoci Kofi Kingston.