La dirigenza non ce l'ha con Rusev, svelati i motivi del suo job a Fastlane

Il bulgaro sembrava essere finito nel mirino di Vince McMahon per un comportamento scorretto, ma così non è

by Roberto Trenta
SHARE
La dirigenza non ce l'ha con Rusev, svelati i motivi del suo job a Fastlane

Dopo avervi riportato la notizia del suo clamoroso cambio di look e quindi di conseguenza la notizia che voleva Vince McMahon furioso sei confronti di Rusev per aver cambiato taglio di capelli lasciando all'oscuro l'intera dirigenza WWE, rovinando così la sua immagine ed il suo personaggio, sembrerebbero essere emersi ulteriori dettagli in merito alla sonora sconfitta patita dal bulgaro durante l'ultimo ppv del brand rosso: Fastlane.

Secondo diverse fonti online, infatti, Vince McMahon si sarebbe sì infuriato con Rusev per aver tagliato i propri capelli senza aver neanche chiesto il suo consenso, ma non avrebbe architettato la brutta sconfitta subita con Big Show a Fastlane per punirlo.


Il match in questione infatti è servito per vendere al meglio un infortunio che sta affligendo il talento bulgaro da ormai qualche mese alla spalla. Rusev infatti starà lontano dai ring della WWE per circa un mese, per riprendersi dall'infortunio e in caso la spalla non migliori dovrà poi sottoporsi ad una piccola operazione correttiva, la quale dovrebbe tenerlo fuori dalle scene per non più di due-tre mesi, salvo complicazioni molto improbabili.
Le sue partecipazioni ai live event delle prossime settimane sono state prontamente rimosse ed il talento bulgaro è stato sostituito nei tag team match previsti contro Big Cass e Enzo Amore, in coppia con Jinder Mahal.

La dirigenza WWE quindi, ha architettato tale sconfitta per poter permettere un'uscita di scena al marito di Lana, senza troppo clamore e senza lasciare dubbi nelle menti dei fan del WWE Universe.

Vince Mcmahon
SHARE